21/01/2020 ore 17:43
La Guardia di Finanza di Terni confisca sette videopoker illegali, il fenomeno delle macchinette "truccate" è in forte espansione
La Guardia di Finanza di Terni, su disposizione dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Perugia, ha confiscato sette videopoker illegali. Il procedimento amministrativo nei confronti di titolari di locali pubblici era stato avviato alcuni mesi fa, quando vennero sequestrate dai finanzieri le due macchinette elettroniche. Come è noto il settore dei giochi e delle scommesse sta letteralmente volando: statistiche recentissime affermano che nei primi mesi dell’anno 2008, l’intero settore dei giochi in Italia ha fatto registrare una raccolta di 34,3 miliardi di euro con un incremento dell’11% rispetto al 2007; e su questo trend influisce decisamente il settore degli apparecchi di intrattenimento dove si segnala un aumento di giocate del 15%. In tale ambito, l’attività della Guardia di Finanza, sia di iniziativa che di concerto con l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli, è particolarmente intensa sia allo scopo di garantire il rispetto delle norme di sicurezza sia per assicurare il rispetto delle norme relative alla tassazione, che per prevenire investimenti da parte di soggetti legati alla criminalità organizzata. In questo contesto, tra il 2007 e il 2008 la Guardia di Finanza di Terni, ha effettuato numerosi sequestri di apparecchi utilizzati in modo non conforme alla legge. Negli ultimi due anni sono stati sequestrati in provincia di Terni ben 27 videopoker irregolari. E proprio in questi giorni sono giunti alla conclusione del loro iter i procedimenti amministrativi che hanno riguardato cinque esercenti di Terni che hanno portato alla confisca definitiva dell’apparecchio illegale. I finanzieri del comando di Compagnia si sono recati presso gli esercizi commerciali in questione ed hanno caricato su un camion i sette apparecchi da intrattenimento a suo tempo sequestrati, che sono stati portati a un centro specializzato che si trova in Veneto dove le macchine elettroniche vengono distrutte.
2/10/2008 ore 13:35
Torna su