21/01/2020 ore 18:15
Terni: rapinatore solitario arrestato dai carabinieri, aveva scippato una donna in centro e tentato di rapinarne un'altra
Scippo con parrucca. Ad un malvivente ternano quello di indossare una parrucca dai capelli rossi con la quale ingannare le vittime gli era sembrato il modo migliore per farla franca, ma è stato ugualmente individuato ed arrestato. Così i carabinieri del Nucleo Informativo e del Nucleo Radiomobile hanno tratto in arresto il 46enne, celibe e senza occupazione, sul cui capo gravavano numerosi precedenti penali tutti per rapina ai danni di due donne. Il vizio del borseggio continua evidentemente a perseguitare l’uomo che ieri notte ha rapinato un’altra donna che stava camminando a Corso Vecchio. La poveretta è stata afferrata per i capelli e scaraventata a terra dall’individuo che viaggiava a bordo di una bicicletta ed indossava, come detto, una parrucca rossa. L’uomo ha strappato di mano la borsa alla donna ed è scappato; la donna ha chiamato il 112 e poco dopo sul posto è arrivata un’auto di pattuglia; grazie alla descrizione del rapinatore i militari hanno intercettato poco più tardi l’individuo nei pressi di piazza Tacito. L’uomo aveva con se la borsa appartenente alla donna rapinata ed indossava ancora la parrucca. Nel frattempo ai carabinieri era stato segnalato un altro tentativo di rapina sempre ai danni di una donna, la quale si era opposta costringendo l’uomo alla fuga, ed in base alla descrizione fornita dalla vittima si capiva che a tentare il colpo era stato lo stesso malvivente. Le due donne, medicate presso il pronto soccorso del “Santa Maria”, riportavano entrambe 15 giorni di prognosi per policontusioni. L’arrestato, nello scorso luglio, aveva tentato il suicidio salendo sul cornicione all’ultimo piano dell’ospedale cittadino, in quella occasione i carabinieri della stazione di Papigno, intervenuti prontamente, erano riusciti a far desistere l’uomo dall’insano gesto. L’anno prima la fidanzata del 46enne si era suicidata gettandosi dallo stesso punto. L’uomo si trova ora rinchiuso nel carcere di Sabbione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

2/10/2008 ore 4:44
Torna su