12/07/2020 ore 05:28
Viabilità, Enzo Bongarzone attacca l'amministrazione uscente sui costi della Marattana: "lavori a singhiozzo e costi onerosissimi"
Polemiche sui costi sostenuti dal Comune per potenziare negli ultimi anni la Marattana. A sollevare il problema è Enzo Bongarzone (Udc), il quale afferma che "il Comune si vanta di avere sistemato la provinciale Marattana, ma nessuno dice quanti soldi sono stati buttati via per farlo". "E' d’obbligo - afferma Bongarzone - porre una domanda all’Assessore Pileri e all’ex-Assessore Bufi che iniziò la lunga serie di rimaneggiamenti: è possibile che a Terni non si riesca mai a fare un progetto serio e definitivo ma occorra sempre procedere, per la realizzazione delle opere, con rimaneggiamenti continui, con una miriade di gare, con cantieri che aprono e chiudono, con costi matematicamente molto più elevati rispetto ai progetti che interventi del genere impongono?". Bongarzone insiste: "Chiunque abbia un minimo di conoscenza di realizzazione di opere pubbliche sa che nella valutazione del costo di un cantiere esistono costi fissi per la sua organizzazione ed il successivo smobilizzo. Chi paga questo incredibile frazionamento? Anche se il Consiglio Comunale ha chiuso i battenti chiediamo con apposita interrogazione: quanti interventi sono stati fatti in questi anni sulla Marattana per rimediare ai vari errori. Dalle corsie singole a quelle doppie, prima in un senso di marcia poi nell’altro, dalle rotonde fatte e rifatte varie volte alle aiuole enormi che vengono conteggiate come se i giardini a disposizione dei ternani fossero aumentati. Il costo specifico dei vari espropri confrontando l’onere a mq rispetto ad altri consimili ed ancora viene da chiedersi come mai non fu fatta fin dall’inizio una previsione dei flussi di traffico correlata agli insediamenti commerciali autorizzati? E’ possibile che a Terni si debbano sempre fare le cose a più riprese, senza razionalità con costi maggiorati?".
22/4/2009 ore 2:37
Torna su