15/11/2019 ore 08:34
Sangemini: da sabato 27 settembre al 12 ottobre, 35ema edizione della "Giostra dell'Arme", con rievocazioni, mostre e spettacoli
Parte sabato 27 settembre e si concluderà il 12 ottobre la 35ª edizione della Giostra dell’Arme di San Gemini. Tra i punti più importanti inseriti nel programma dei festeggiamenti in onore del santo siriano, patrono della città, spicca la mostra personale di Ugo Attardi che ha ricevuto l’Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e del Ministro per i Beni Culturali, Sandro Bondi. La mostra aprirà i battenti sabato 27, alle 18 a Palazzo Vecchio e sarà il fiore all’occhiello dell’offerta culturale della Giostra dell’Arme. Sempre sotto l’aspetto culturale, è da segnalare anche l’esposizione delle produzioni tessili di Arnaldo Caprai, incentrate sull’”apparecchiatura della tavola dal medioevo ad oggi”, con la possibilità di ammirare pezzi antichissimi e tecniche ormai dimenticate ma di grandissimo pregio ed importanza. Numerose anche le rievocazioni storiche, come da tradizione, e tanti gli appuntamenti di piazza, dai concerti agli spettacoli teatrali, la maggior parte dei quali ispirati al tema del medioevo. Importante anche l’aspetto religioso per una cittadina che onora in questi giorni il suo santo patrono. Per l’occasione, il 9 ottobre, giorno di San Gemine, il vescovo diocesano, Monsignor Vincenzo Paglia, officerà la messa nella chiesa che porta il nome del santo protettore e guiderà la processione in suo onore. L’11 ottobre poi comincia la due giorni conclusiva con la provaccia del giorno prima e la corsa al campo del 12 dove i cavalieri dei rioni Rocca e Piazza si sfideranno per il palio che vale un anno di gloria. La Giostra dell’Arme è un importante veicolo turistico per la città come confermano le oltre 40.000 presenze all’anno e la crescita costante di interesse e di affluenza.
27/9/2008 ore 5:15
Torna su