12/11/2019 ore 02:57
Avigliano Umbro: approvato dal Consiglio Comunale il nuovo Piano regolatore,Viabilità, sviluppo ecosostenibile, sport e turismo i cardini del Prg
Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il nuovo Piano regolatore generale, redatto dall’architetto Miro Virili ed incentrato sullo sviluppo integrato ed ecocompatibile del territorio. Il Prg, di cui il Consiglio ha deliberato sia la parte strutturale che quella operativa, prevede, fra le cose di maggiore rilevanza, la realizzazione di una variante al centro storico che permetterà ai mezzi commerciali e di trasporto merci di baipassare il borgo antico e di raggiungere dall’area industriale direttamente le grandi arterie viarie. Sempre in tema di viabilità il Prg prevede la costruzione della bretella di “Mannello” che consentirà uno sbocco viario adeguato all’area residenziale di Pian dell’Ara. Nei progetti anche l’ampliamento e il potenziamento del centro sportivo comunale, mentre grande attenzione è stata posta alle attività economiche, soprattutto quelle legate alle attività estrattive, rapportate con la valorizzazione della Foresta Fossile di Dunarobba. Nello stesso tempo il piano darà una garanzia operativa alla fornace per oltre 20 anni e prevederà azioni positive per la sistemazione dell’area della Foresta e la valorizzazione culturale, naturalistica e scientifica del bene. Grande importanza è stata infine data all’assetto del territorio che con il nuovo Prg coniugherà sviluppo economico ed urbano con la salvaguardia degli equilibri paesaggistici e degli edifici e dei borghi storici di pregio. “Il voto favorevole della minoranza – fa notare il Sindaco, Giuseppe Chianella – è di grande valore per la nostra comunità, perché denota la serietà e il senso di responsabilità anche dell’opposizione dimostrando la compattezza del sistema politico locale sui grandi temi dello sviluppo del nostro territorio”. Per quanto riguarda l’iter burocratico, il Prg dovrà ora essere esaminato ed approvato dal Consiglio provinciale. Il Consiglio ha anche approvato un ordine del giorno presentato dal Capogruppo PS, Vittorio Piacenti d’Ubaldi, ed incentrato sulle realtà produttive e scientifiche di Dunarobba, dove sono presenti attività estrattive e la Foresta Fossile. L’odg è finalizzato “all’integrazione fra iniziativa industriale e realtà scientifica di Dunarobba, a sollecitare la Provincia, il Comune di Montecastrilli e quelli limitrofi per valutare le implicazioni viarie legate all’ampliamento delle attività di cava e l’impatto ambientale relativo alla riambientazione della stessa e alla possibilità di creare un parco fotovoltaico”. Il documento chiede anche “l’elaborazione di un piano particolareggiato, seguendo le linee del Prg, per l’area della Foresta Fossile per dare maggiore respiro al complesso paleobotanico, il miglioramento degli accessi alla Foresta da parte degli esperti e degli studiosi e l’attivazione dell’Amministrazione per la chiusura del contenzioso in atto riguardante i risarcimenti per gli espropri dell’area della Foresta”.
30/9/2008 ore 16:53
Torna su