24/02/2020 ore 03:15
Terni: i cittadini criticano l'abbattimento dello storico monastero delle Orsoline via Sauro, insorge La Destra
Un'amarezza condivisa in questi giorni da migliaia di cittadini. Che viene ripresa da esponenti di forze politiche che sottolinenano la scelleratezza di un gesto che offende la memoria dei ternani. Parliamo dell'abbattimento dell'ex monastero delle suore Orsoline, in via Nazario Sauro, che in questi giorni è stato raso al suolo per ricavare spazi necessari alla costruzione di nuovi uffici, appartamenti, negozi e di un parcheggio. "Assistiamo con amarezza alla demolizione dell'ennesimo edificio storico cittadino - scrive in un nota Gianluca Procaccini (poravoce provinciale de La Destra) -. L’edificio scolastico di Via Nazario Sauro, era stato edificato nel 1936 su di un terreno frutto della donazione di una famiglia di Cesi alla Diocesi, su progetto dell’ingegner Coppoli. Le Orsoline, dal 1924 da quando l’allora vescovo mons. Cesare Boccoleri invitò la congregazione ad attivare a Terni un’opera di formazione, sono rimaste a Terni sino al 2002, sino a quando hanno deciso di andare via. Intanto - prosegue Procaccini - l’attuale vescovo di Terni mons. Vincenzo Paglia opera una profonda opera di razionalizzazione e centralizzazione della struttura educativa cittadina, perseguendo l’obiettivo di dar vita ad un esteso Polo scolastico di ispirazione cattolica. La Diocesi decide così di vendere l’edificio, che nel frattempo era stato messo a norma di legge in merito alla sicurezza, con un cospicuo investimento economico. Con la vendita entra nelle casse di piazza del Duomo una discreta somma. Il destino dell’edificio diventa quindi quello di essere abbattuto, al suo posto verranno costruiti appartamenti. L’operazione è stata bloccata per qualche tempo da un ricorso degli eredi dei donatori del terreno, che reclamavano il fatto che i motivi a cui la donazione era finalizzata, cioè l’ospitare una scuola, un convento, una Chiesa, venissero traditi dalla vendita della proprietà. Quest’ultimo ostacolo è stato superato ed oggi l’edificio, Chiesa annessa, è già polvere. Gli aerei 'B52' non erano riusciti a tanto. C’è bisogno - osserva Procaccini - di una forma di tutela per gli edifici storici, per tutto quel patrimonio artistico e culturale, realizzato dagli anni 20 sino agli anni 40, che comprende edifici pubblici, camere di commercio, scuole, monumenti, fontane, arredo urbano, i monumenti ai caduti, le sedi delle associazioni di ex combattenti, invalidi di guerra e tanto altro. Occorre una legge regionale che individui un censimento dei beni sul territorio e ne organizzi la tutela, l’abbattimento dell’edificio delle Orsoline di Terni è già un segnale grave del pericolo che corre questo patrimonio".
27/8/2008 ore 11:44
Torna su