24/10/2019 ore 01:12
Terni: approvato il bilancio di esercizio 2007 della Sii, il capitale sociale passa da 19.536.000 euro a 23.100.000
L’Assemblea dei soci della Sii Scpa ha approvato il bilancio di esercizio 2007 e l’aumento di capitale sociale. Per quanto concerne la manovra contabile l’Assemblea ha approvato con 12 favorevoli, 3 contrari e 2 astenuti su 19 soci presenti pari all’89% del capitale. L’utile d’esercizio ammonta a 779.934 euro corrispondente al 38,9% in più rispetto all’anno precedente, tenendo conto del risultato ante imposte che è pari a 1.313.371 euro (+ 31,4% rispetto al 2006) e dell’aumento dei costi fissi, soprattutto energetici, che si riverberano sulla gestione ordinaria. Per quanto riguarda gli investimenti la Sii ha impiegato fondi per 9.965.880 euro per manutenzioni straordinarie e piccoli investimenti (nel 2006 erano stati 5.841.385), 1.786.021 euro di investimenti e 6.610.271 euro di lavori in corso. Nel corso del 2007, con estensione nell’anno corrente, sono stati avviati e conclusi lavori all’acquedotto di Castelgiorgio-Castelviscardo-Orvieto, per l’ottimizzazione delle perdite nel comuni di Calvi dell’Umbria, Avigliano Umbro, Montecchio, Montecastrilli, Orvieto, Narni, Terni, Ferentillo, Fabro e Stroncone, oltre a numerosi interventi alle reti di distribuzione. E’ in corso inoltre la gara di affidamento per l’acquedotto Scheggino-Pentima, mentre sono stati eseguiti 771 interventi su reti e impianti. Opere importanti sono state avviate, e in buona parte concluse, anche per il miglioramento della qualità dell’acqua, per l’adeguamento dell’impiantistica elettrica, delle reti fognarie e della depurazione, mentre è stato completato il progetto di telecontrollo degli impianti idrici e fognari in tutto il territorio di competenza dell’Ambito, con il servizio già attivato a Montecchio, Calvi dell’Umbria, Avigliano Umbro e Montecastrilli. Nel contesto della manovra contabile è da sottolineare il giudizio del lodo arbitrale che ha in larga misura accolto le richiesta della società riconoscendole il pieno diritto ad ottenere il riequilibrio per tutte le voci di costo e ricavo direttamente inerenti il servizio idrico integrato. “Il bilancio di esercizio chiude per il secondo anno consecutivo in attivo – dichiara il presidente Giampiero Lattanzi – evidenziando buoni livelli di qualità gestionale della Sii, pur in un quadro che presenta ancora alcune problematicità sulla cui soluzione si sta però lavorando positivamente. Il fatto di aver migliorato i conti rispetto al passato esercizio dimostra che l’attività della società è improntata all’efficienza e all’efficacia nei confronti soprattutto del cittadino al quale l’attività è rivolta per assicurare alle comunità interessate un servizio sempre migliore sotto il profilo qualitativo e quantitativo. Si è inoltre migliorato il complesso dei rapporti fra Sii, Ato e società consortili con l’avvio di un processo concreto finalizzato al ricomponimento di quelle criticità emerse nei primi anni di gestione”. L’Assemblea ha anche approvato, con 15 favorevoli, 2 contrari e 1 astenuto su 18 soci presenti pari all’88% delle quote sociali, l’aumento del capitale sociale da 19.536.000 euro a 23.100.000 euro, già previsto al momento dell’approvazione del Piano d’Ambito. “Si tratta – ha commentato Lattanzi – di un elemento fondamentale in relazione alla definizione del project financing”.






16/7/2008 ore 13:31
Torna su