12/12/2019 ore 20:11
Turismo: protocollo di intesa tra le province di Terni e Grosseto per la costituzione di una rete interregionale che agevoli lo sviluppo
Un passo importante verso la costituzione di una rete interregionale per la promozione e la valorizzazione turistica dei territori interessati. Il protocollo d’intesa fra la Provincia di Terni, quella di Grosseto e il Comune di Orvieto è infatti finalizzato a dare vita ad una nuova sinergia di ampio respiro che valorizzi e promuova i territori e costruisca un prodotto turistico più completo e articolato da proporre ai mercati nazionali ed esteri. Il protocollo è stato firmato nei giorni scorsi nella Sala del Consiglio di Orvieto alla presenza dei rappresentanti del Comune e delle Provincie di Terni e Grosseto. L’accordo tiene conto delle affinità storico-culturali dei territori, nonché la loro vicinanza geografica ed ha come scopo quello di incrementare l’offerta di beni artistico-monumentali e la valorizzazione del patrimonio naturalistico. "La politica intrapresa dalla Provincia di Terni - è stato detto - è dettata, oltre che da un reciproco scambio di esperienze e metodi di lavoro, soprattutto dal fatto che una visione d’insieme fra realtà vicine culturalmente e geograficamente come l’Orvietano e la bassa Toscana può dar vita ad un prodotto turistico innovativo e integrato". Questa prima fase dovrà ora essere seguita da un secondo step che coinvolgerà la Provincia di Siena e l’Apt Chianciano-Pienza-Montepulciano per arrivare alla realizzazione di un triangolo i cui vertici sono rappresentati da Orvieto, Saturnia e Pienza-Montepulciano, in un sistema integrato capace di dare forte visibilità internazionale, rilanciando le offerte dei vari sistemi provinciali e tenendo conto del lavoro fin qui svolto dall’Stl di Terni e del costituendo consorzio turistico provinciale. Analoghe iniziative saranno promosse dalla Provincia di Terni e dall’Stl con la Provincia di Rieti, per le interconnessioni paesaggistiche e naturalistiche, in particolare per i laghi e le risorse verdi, e con quella di Viterbo per sfruttare la grande opportunità turistica offerta dal futuro nuovo aeroporto.
23/10/2008 ore 12:40
Torna su