23/08/2019 ore 07:22
Amelia: sgominata dai carabinieri una banda di rumeni che dal 2005 aveva messo a segno una quindicina di furti in tutto il comprensorio
Colpo grosso dei carabinieri della Compagnia di Amelia che al termine di una operazione denominata "Red Bull", hanno sgominato una banda di rumeni che dal novembre del 2005 aveva messo a segno una quindicina di furti nelle zone di Attigliano, Lugnano e Giove. Dopo un lungo lavoro di indagini, coordinate dal sostituto procuratore Barbara Mazzullo, i militari hanno stretto le manette ai polsi di di quattro giovani rumeni: Mirel Ceptureanu, 21 anni residente ad Attigliano, Lucian Daniel Ceptureanu, 22 anni domiciliato a Roma, Andrei Vacariu, 21 anni senza fissa dimora e titolare di almeno tre diversi "alias" e Vasile Nigru, 23 anni anch'esso domiciliato nella capitale. Gli arresti sono stati eseguiti in collaborazione con i carabinieri di Voghera, localitÓ lombarda dove si era rifugiato uno dei malviventi. La banda, nonostante la giovanissima etÓ dei suoi componenti, agiva in modo estremamente professionale. L'approccio avveniva attraverso internet, mezzo con il quale la banda individuava gli esercizi commerciali da colpire, quasi sempre bar e tabaccherie, poi entrava in gioco il "basista" che si recava sul posto per effettuare tutti i "rilievi" necessari a garantire la massima sicurezza al momento del colpo che doveva avvenire rigorosamente di notte. Per eludere i sistemi di allarme i banditi utilizzavano spesso delle funi con le quali si calavano dal tetto all'interno del locale, ma in altri casi avevano fatto ricorso al "taglio" della saracinesca. A tradire i ladri sono state alcune lattine di una nota bibita che erano soliti bere durante i colpi. Il riscontro del Dna ha infatti permesso ai militari di incastrare i componenti della banda i quali avevano stabilito il loro quartier generale nella zona della Borghesiana a Roma. I carabinieri, coordinati dal capitano Michele Cardone, stanno cercando ora di verificare se altri furti commessi in tempi recenti in provincia di Terni sono stati commessi dalla stessa banda.


13/6/2008 ore 4:44
Torna su