21/09/2019 ore 23:22
Droga: i carabinieri sorprendono nei pressi dell'ospedale due narnesi incensurati mentre si scambiano un involucro contenente hashish
Li hanno sorpresi nei pressi dell’ospedale di Narni mentre si scambiavano un involucro e così hanno deciso di controllarli. I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Terni hanno così rinvenuto nella tasca del giubbotto di L.G. operaio ventiseienne narnese, incensurato, 20 grammi di hashish. Per lui è scattata una segnalazione alla Prefettura, per detenzione ad uso personale, mentre per E.S. 30enne narnese anch’egli, incensurato e di mestiere muratore, che era stato visto cedere all’altro la sostanza, è scattata la denuncia a piede libero per detenzione ai fini di spaccio. In casa di quest’ultimo, nel corso della perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto altri 65 grammi di hashish. I militari erano sulle tracce di E.S. da alcuni giorni ed avevano appurato che il ragazzo aveva frequenti contatti con un altro suo amico ternano, L.G. di 33 anni operaio all’Ast ed anche lui incensurato. I militari hanno ritenuto che i due avevano dei legami che potevano riguardare la detenzione di stupefacenti e così hanno deciso di intervenire. Sono bastati altri riscontri fatti dagli uomini dell’Arma per poter perquisire l’abitazione di L.G. e rinvenire nascosti, in cucina dietro la lavastoviglie, altri 900 grammi di hashish. A questo punto i militari hanno fatto scattare le manette ai polsi del 33enne ternano per il reato di detenzione di ingente quantità di stupefacenti . L’uomo è stato così associato al carcere di vocabolo Sabbione dove si trova a disposizione del magistrato Barbara Mazzullo.
15/5/2008 ore 4:29
Torna su