21/09/2019 ore 23:47
Turismo: l'Umbria è la prima regione italiana che ha pensato di realizzare videoguide per i non udenti
L’Umbria è la prima Regione in Italia a realizzare videoguide turistiche per non udenti, scaricabili via web e fruibili attraverso dispositivi mobili. Sono complessivamente 22, di cui 12 relative all’arte e 10 all’ambiente tutte in italiano, inglese, “Lis” (Lingua Italiana dei Segni) e presto anche in “Asl” (American Sign Language), nonché corredate di mappa sulla quale sono evidenziati i siti fruibili da portatori di handicap motorio. “È un segno di civiltà di cui dà prova la Regione – ha sottolineato la presidente Maria Rita Lorenzetti, durante la presentazione delle guide – e rappresenta un’ulteriore dimostrazione di come vogliamo caratterizzare l’Umbria: accogliente, solidale, aperta a tutti e ancora di più nei confronti dei turisti diversamente abili”. “L’Umbria – ha ricordato Stefano Cimicchi, amministratore unico dell’Agenzia di promozione turistica che ha commissionato le video guide – da tempo si sta impegnando per garantire la piena ospitalità e fornire servizi altamente qualificati a chi sceglie la nostra regione. Con questa iniziativa – ha aggiunto – abbiamo raccolto le sollecitazioni dell’Ens, l’Ente Nazionale Sordi, ponendo rimedio alla disattenzione generale che spesso impedisce la fruizione della vacanza e del tempo libero senza ostacoli e difficoltà da parte dei sordi. Un’azione di solidarietà, ma anche imprenditoriale – ha concluso Cimicchi – per fare in modo che l’Umbria sia e diventi sempre più una destinazione privilegiata”. Il turista – ha spiegato Paolo Luchetti, amministratore di “Euromedia”, la società di Terni che ha realizzato le guide - potrà scaricare dal portale internet della Regione www.regioneumbria.eu i supporti multimediali in formato “mp4” in cui sono realizzate le 22 guide, insieme a cartine stampabili su cui sono riportati i punti di interesse con l’indicazione delle relative tracce “mp4” e fruibili attraverso i più diffusi dispositivi mobili (“smartphone”, lettori “mp4”, “I-phone”, palmari) per percorsi museali e all’aperto (cittadini, naturalistici, archeologici). Tra i siti prescelti figurano la Fontana Maggiore di Perugia, la Galleria Nazionale dell’Umbria, la Basilica di Assisi, il Duomo di Orvieto, Palazzo Trinci a Foligno, Palazzo dei Consoli a Gubbio, la Cascata delle Marmore, la Foresta Fossile di Dunarobba, parchi e oasi dell’Umbria. “Sono solo alcune delle testimonianze artistiche e ambientali dell’Umbria, non esaustive del suo patrimonio – ha sottolineato Luchetti - Lo sforzo compiuto, con il contributo dell’Ente nazionale Sordi, è stato quello di riassumere nei pochi minuti dei filmati, in un linguaggio fluido e piano per permettere una fedele traduzione nelle lingue dei segni, la complessità e la ricchezza di ciascun sito per mettere a disposizione strumenti di conoscenza in un contesto che non consente di disporre in tutti i luoghi turistici e in tutti i periodi di guide specializzate per sordi”. “Un progetto di alta qualità – ha detto il presidente regionale dell’Ens Pier Alessandro Samueli – che offre ai sordi la possibilità di superare le barriere della comunicazione. È un primo passo per l’accessibilità e la piena fruibilità delle risorse turistiche del territorio per un visitatore sordo, che ha il diritto di poter disporre di un servizio completo. Per l’Umbria, il visitatore sordo chiede spesso di Assisi, della Cascata delle Marmore e dei luoghi del Pintoricchio. Il prossimo passo – ha concluso – sarà quello di realizzare le videoguide anche con il linguaggio americano dei sordi, che fa da ponte a livello internazionale. Sarebbe importante, inoltre, promuovere nelle strutture ricettive la cultura dell’ospitalità per sordi”. Una sollecitazione alla quale si è unita la presidente della Regione Maria Rita Lorenzetti. “La Regione si impegnerà – ha concluso – perché lo strumento delle videoguide venga diffuso e si attiverà per la formazione delle guide turistiche. Un atto solidale e di civiltà, di una Regione che sa innovare e che è attenta al rispetto dei diritti di tutti i cittadini”.


13/5/2008 ore 12:15
Torna su