21/11/2019 ore 08:46
Terni: i carabinieri sventano un furto in appartamento, bloccati due malviventi brindisini residenti a Viterbo
Hanno prima forzato la portiera di un’automobile, poi si sono impossessati delle chiavi di casa del proprietario e grazie all’indirizzo letto sulla carta di circolazione del malcapitato cittadino sono entrati in casa per rubare. Bene è andata che un inquilino del palazzo, insospettito dagli strani rumori provenienti dall’appartamento attiguo, abbia dato l’allarme ai carabinieri i quali hanno bloccato i ladri. L’episodio è accaduto nella zona di Borgo Bovio ed ha visto protagonisti due brindisini residenti a Viterbo (uno di 33 e l’altro di 31 anni). I due hanno seguito un iter diventato piuttosto diffuso nel mondo della malavita; prima hanno “aperto” una autovettura parcheggiata nei pressi di un palazzo ed al cui interno il proprietario aveva incautamente lasciato le chiavi di casa, poi hanno dato un’occhiata ai documenti per vedere chi fosse l’intestatario dell’autovettura. Una volta acquisito l’indirizzo è stato un gioco da ragazzi entrare in casa ed iniziare un giro di perlustrazione utile a valutare per bene quali oggetti rubare. Ma è stato nel corso di questa fase che i due malviventi se ne sono passati, facendo troppo rumore tanto da attirare l’attenzione di un vicino di casa il quale, allarmato, ha chiamato i carabinieri. Fortuna ha voluto che in quel momento una pattuglia del radiomobile si trovasse nei paraggi e dunque l’intervento dei militari è stato pressoché immediato. Così i due ladri sono stati bloccati e accompagnati presso la caserma di via Radice. Per loro è scattato il deferimento alla Procura della Repubblica di Terni.
5/5/2008 ore 17:28
Torna su