12/11/2019 ore 13:50
Terni: rapina all'agenzia Carit di Sabbione, i ladri sono due ternani e sono stati arrestati dai carabinieri
Rapina “sfortunata” per due malviventi ternani che dopo aver rubato l’incasso di una filiale della Carit sono stati intercettati dai carabinieri che li hanno arrestati. Le manette sono così scattate ai polsi di due pregiudicati ternani: L. S. di 30 anni operaio e G. D. di 28 anni, disoccupato; i due sono accusati di essere gli autori della rapina avvenuta avvenuta ieri mattina intorno alle 11.30 ai danni dell’agenzia n.12 della Carit di via Maestri del Lavoro. I due con il volto travisato da sciarpe hanno fatto ingresso presso l’agenzia della Carit e con la minaccia di una pistola giocattolo si sono fatti consegnare 7.000 euro in contanti dal cassiere. Al momento non vi erano clienti all’interno dell’ istituto; i due sono riusciti a fuggire a bordo di una Mercedes di proprietà di uno dei due malviventi ed hanno imboccato via Maestri del Lavoro in direzione di Narni, quando grazie alla tempestività di due pattuglie dei carabinieri, una della stazione di Piediluco e l’altra del Nucleo Radiomobile della Compagna di Terni, sono stati bloccati a circa un chilometro dal luogo del reato. I due, nella speranza di eludere il controllo, mantenevano un atteggiamento esageratamente cordiale con i militari i quali si insospettivano e riscontrando la descrizione fornita dei due, decidevano di controllarli. Il risultato dava esiti positivi, ed infatti i due venivano trovati in possesso della refurtiva, mentre l’arma giocattolo è stata invece ritrovata in un cassonetto nelle vicinanze della banca, messa dentro ad un sacchetto di plastica dove c’erano anche le sciarpe servite per il travisamento.
25/4/2008 ore 4:23
Torna su