21/09/2019 ore 23:17
Infanzia: la Regione dell'Umbria stanzia 4 milioni di euro per asili nido e altri servizi
I servizi per l’infanzia tra le priorità della Regione Umbria: ammonta a circa 4 milioni di euro la cifra stanziata dall’assessorato regionale all’istruzione e al sistema formativo in attuazione del Piano straordinario per l’ampliamento dei nidi e dei servizi socio-educativi per la prima infanzia. “In seguito al riparto tra le Regioni dei fondi per l’ampliamento dei servizi per la prima infanzia previsto nella finanziaria 2007 ed effettuato dal Governo alla fine dello scorso anno – ha spiegato l’assessorato all’istruzione - vogliamo, a brevissimo termine, avviare un percorso condiviso con i Comuni per ripartire i complessivi 3 milioni e 800 mila euro del triennio destinati all’ampliamento dei posti nei nidi e negli altri servizi socio-educativi per la prima infanzia. “L’intenzione è di ampliare il sistema dei servizi pubblici e privati per la prima infanzia di concerto con tutti i soggetti della rete, sollecitando anche le risorse sociali e le famiglie nell’ottica del principio di sussidiarietà – è stato spiegato – per venire incontro alle esigenze dei genitori, limitare al massimo le liste d’attesa nei servizi pubblici e ridurre i costi delle rette. Un sostegno particolare inoltre, sarà assicurato ai piccoli Comuni per un riequilibrio territoriale e per accelerare lo sviluppo degli asili nido e dei servizi socio-educativi sperimentali secondo le esigenze dei singoli territori e delle famiglie. Il Piano straordinario per i nidi – ha concluso l’assessorato - testimonia ulteriormente l’impegno a favore di politiche integrate per i cittadini. Deve ormai essere chiaro e, in tal modo intendiamo ribadirlo fortemente, che le politiche per la prima infanzia sono politiche aventi carattere trasversale che intrecciano esigenze dei bambini e delle bambine, delle famiglie, delle donne e della società civile e dell’economia”.
11/5/2008 ore 4:46
Torna su