21/09/2019 ore 23:27
Agenda 21: illustrate agli studenti dell'Isag le buone pratiche per lo sviluppo sostenibile
E’ stato presentato nei giorni scorsi agli studenti dell’Isag di Viale Trieste il Manuale relativo al Patto di Sostenibilità della provincia di Terni, la cui parte grafica è stata progettata e realizzata dalla IIIª e IVª classe dell’istituto. A presentare la pubblicazione sono stati gli Assessori provinciali all’Ambiente e all’Urbanistica, nell’ambito delle iniziative legate al programma comunitario Agenda 21. L’Amministrazione provinciale ha sottolineato lo spirito del Manuale incentrato sul risparmio e sull’uso razionale delle risorse, rimarcando l’importanza di usare correttamente le disponibilità idriche, di produrre e consumare cibi e bevande secondo canoni in linea con le esigenze di salute, di far crescere una cultura del rispetto ambientale nel settore produttivo, ponendo grande attenzione alla sicurezza sui luoghi di lavoro, alla tutela delle fasce deboli, ai diritti dei lavoratori, all’adozione di tecnologie avanzate e alla formazione professionale. La Provincia si è soffermata anche sulla necessità di incrementare la mobilità alternativa, potenziando le infrastrutture e i mezzi pubblici, anche per invertire la tendenza che vede il traffico come causa principale di inquinamento atmosferico nella Conca ternana, sulla quale, è stato sottolineato, incidono anche il tessuto industriale e i sistemi di riscaldamento. A tale proposito Palazzo Bazzani ha ribadito l’avvio di una serie di incentivi per favorire la sostituzione delle caldaie alimentate ancora con combustibili inquinanti che disperdono consistenti quantità di polveri sottili nell’atmosfera. Per quanto riguarda welfare e politiche socio-culturali si è insistito sulla necessità di incrementare lo scambio interculturale per favorire i processi identitari, sollecitando la formulazione di carte dei servizi e piani sociali di zona. Sull’energia, oltre che puntare al risparmio e alle fonti alternative, tra cui il solare, la Provincia ha fatto cenno all’importanza della bio-edilizia e della bio-architettura e all’attenzione anche nell’uso quotidiano e casalingo delle fonti energetiche.
1/5/2008 ore 5:23
Torna su