21/11/2019 ore 06:41
Terni: l'Udc propone una raccolta di firme per dire "no" all'istituzione di parcheggi a pagamento nella zona dell'ospedale "Santa Maria"
No al pagamento del pedaggio nei parcheggi adiacenti l'ospedale "Santa Maria" di Terni. Dopo i recenti fatti accaduti nell'area del parcheggio, dove alcuni rumeni improvvisandosi parcheggiatori pretendevano il pagamento di un "pizzo" dagli automobilisti, situazione che era culminata con l'aggressione ad una donna che si era rifiutata di sottostare a questa prepotenza, c'è chi ha proposto di far diventare "zona blu" quei parcheggi. "In questo modo - è stata la giustificazione - si eviteranno episodi di violenza come quelli accaduti nei giorni scorsi". Una soluzione che però viene respinta con forza da molte forze politiche. Tra queste l'Udc che, per bocca del segretario provinciale Massimo D'Antonio, esprime tutto il suo dissenso. "E’ ora di finirla con un’Amministrazione capace solo di spillare soldi ai cittadini - attacca D'Antonio -, senza essere in grado di garantire sicurezza e servizi adeguati. Dopo i numerosi casi di estorsione in danno degli automobilisti e dopo gli atti di violenza di sbandati che stazionano attorno al nosocomio Santa Maria, l’Udc inizierà a raccogliere le firme dei cittadini perché siano ripristinate le necessarie condizioni di sicurezza e contro l’ipotesi di trasformare il parcheggio da gratuito a pagamento, peraltro non custodito. Un caso da manuale di pessima amministrazione. Anziché debellare il fenomeno, ci si specula sopra senza risolvere alla radice il problema, per di più introducendo in modo odioso un nuovo balzello che graverà proprio su chi deve sostare più ore per prestare assistenza ai propri cari. L’Udc - conclude il segretario provinciale di Terni - chiede ai cittadini di far sentire la propria voce, venendo a firmare presso la segreteria di Via Giordano Bruno dal lunedì al venerdì, ore 10-12, 16-19".
(Nella foto di archivio due giovani zingarelle chiedono l'elemosina in un parcheggio)
22/2/2008 ore 5:31
Torna su