25/05/2020 ore 11:16
Terni: immigrati di varie nazionalità occupano abusivamente alcuni casolari della zona Fiori, scoperti dalla polizia sono stati tutti rimpatriati
Ancora immigrati clandestini sorpresi sul territorio ternano. Nel corso di una nuova operazione di controllo da parte di agenti dell’Ufficio Immigrazione e della Squadra Amministrativa in collaborazione con la Squadra Volante e la Squadra l’attenzione dei poliziotti si è concentrata sui casolari disabitati ubicati in zona Fiori, con l’intenzione di individuare persone pregiudicate o stranieri irregolari. All’interno di due case rurali, in stato di parziale abbandono, venivano rintracciati un cittadino tunisino, con regolare permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura di Napoli e 7 cittadini appartenenti a paesi dell’Unione Europea, nello specifico una cittadina della Repubblica Ceca, un uomo e una donna della Repubblica Slovacca, una tedesca, un francese ed un estone. Costoro avevano abbattuto la porta di ingresso degli stabili e li avevano indebitamente occupati all’insaputa dei proprietari, attrezzandoli con mezzi di fortuna per la preparazione dei cibi e per il riposo. Gli stessi avevano con loro numerosi cani i quali sono stati consegnati alle competenti strutture della Asl per essere sottoposti a controlli di carattere sanitario. I cittadini comunitari, tutti senza fissa dimora e dediti al vagabondaggio, in quanto privi delle condizioni per poter regolarmente soggiornare in Italia, sono stati diffidati ed invitati a lasciare immediatamente il territorio nazionale. Il tunisino è stato munito di foglio di via obbligatorio con rimpatrio nel comune di Napoli, con divieto di ritorno nel comune di Terni per la durata di tre anni. I proprietari degli stabili occupati hanno espresso la volontà di proporre formale querela per l’accaduto e tutti sono stati deferiti alla competente A.G. per il delitto di violazione aggravata di domicilio, commessa con danneggiamento alle cose.
30/1/2008 ore 14:49
Torna su