24/02/2020 ore 02:56
Terni: il consigliere comunale Giuseppe Conti (An) chiede che i varchi elettronici vengano aperti nelle ore notturne
Chiede che i varchi elettronici vengano "spenti" di notte. Il consigliere comunale di An, Giuseppe Conti, non ha dubbi nell'affermare che una chiusura dei varchi nelle ore notturne possa migliorare la situazione della vivibilità nel centro cittadino. “Finalmente l’assessore Salvati - ha detto Conti - ha ammesso che occorre rivedere l’accesso alla Ztl, che bisogna ascoltare cittadini e associazioni per verificare l’opportunità di un’apertura notturna dei varchi elettronici, come da noi più volte richiesto fin dall’inizio. Peccato però - ha aggiunto Conti - che il giorno dopo le dichiarazioni dell’assessore siano state smentite dal sindaco Raffaelli durante la conferenza stampa sul bilancio delle attività svolte nel 2007. Anche a Terni, dunque, come a livello nazionale, il centro-sinistra parla con molte voci diverse, troppo spesso contraddittorie e i cittadini rischiano di non capirci più nulla. Ma tornando alla questione della Ztl, il veto del sindaco rischia di cozzare sul buon senso e sulle richieste di larghissima parte dei cittadini che vedono la chiusura notturna del centro come una inutile vessazione e come un rischio per la vivibilità e la sicurezza della principale area urbana. Riaprire il centro nelle ore notturne non significherebbe d’altronde rinunciare ai vantaggi della Ztl durante il giorno, a patto però che le regole vengano rispettate". "Per questo - conclude il consigliere di AN - chiediamo da tempo una verifica puntuale e costante della regolarità dei permessi rilasciati, affinché questi non vengano utilizzati in maniera impropria. Inoltre è necessario che l’amministrazione controlli in maniera molto più attenta le soste abusive all’interno della Ztl (in particolare in piazza Europa). Infine per evitare che la Ztl si trasformi in una sorta di balzello medievale specie per chi viene da fuori città chiediamo che ai varchi venga apposta una segnaletica luminosa molto più evidente di quella attuale. Quindi, in conclusione quello che desidereremmo venisse attuato nel 2008 è una Ztl con le regole pienamente rispettate durante le ore diurne e un’apertura nelle ore notturne, quando il traffico veicolare è minore e non va ad intralciare le attività lavorative, ma anzi renderebbe più vivace il centro altrimenti penalizzato. Nella speranza che sindaco e assessore trovino una sintonia maggiore di quella fin qui dimostrata".
8/1/2008 ore 5:10
Torna su