21/09/2020 ore 21:44
Orvieto: il giorno della Befana tradizionali "tortucce" realizzate dalle massaie presso il Pozzo della Cava
Dopo il successo del 26 dicembre e la replica, a grande richiesta, di domenica 30, torna nel pomeriggio dell’Epifania l’appuntamento con le tortucce delle donne della Cava, che, armate di padelle e matterello, realizzeranno le tipiche frittelle di pasta di pane dolci o salate per la gioia di turisti e orvietani. È previsto anche il passaggio della Befana, mentre il tutto sarà annaffiato da buon vino di Orvieto e animato con tanta musica per ballare in piazza. Replica anche l’appuntamento con il desk informativo di Città Cardioprotetta, che, nei locali del Pozzo della Cava riprenderà sia la campagna associativa 2008 che quella informativa sul progetto della formazione di cittadini rianimatori cardiopolmonari. Saranno di nuovo disponibili i cappellini, le sciarpe e le magliette del progetto. Continuano anche i due presepi cavajoli: quello tradizionale allestito in chiesa con la carta roccia “fatta in casa” dalle donne della via e quello del Pozzo della Cava, che sta avendo tanto successo con un allestimento ispirato alle visioni medievali e che resterà aperto fino a domenica 13. Sempre nei locali del Pozzo della Cava sarà possibile anche trovare del personale di SoleTerre, che proporrà oggetti artigianali realizzati da donne marocchine che la associazione sta aiutando a costituirsi in aziende e cooperative nel loro paese di origine.


5/1/2008 ore 1:25
Torna su