17/02/2020 ore 02:37
Terni: da lunedi 7 gennaio al via i saldi anche nella nostra provincia, da Confcommercio consigli e suggerimenti su come fare acquisti "sicuri"
Anche in provincia di Terni, come nel resto dell’Umbria, da lunedi 7 gennaio potranno essere effettuate le vendite o i saldi di fine stagione. L'operazione durerà 60 giorni e scadrà quindi il 6 marzo. Il Comune di Terni, su richiesta di Confcommercio, ha deciso di consentire l’apertura in deroga (quindi facoltativa) nell’orario antimeridiano di lunedì 7 gennaio 2008 per tutte le attività al dettaglio che avrebbero dovuto effettuare in tale data la chiusura infrasettimanale, garantendo entro lo stesso mese ai dipendenti utilizzati le corrispondenti ore di riposo compensativo. La Confcommercio ricorda che la nuova Legge Regionale prevede che, riguardo ai Saldi di fine stagione: non è più necessaria la comunicazione al Comune da parte dell’esercente; le uniche diciture pubblicitarie consentite all’esterno del negozio sono: “Vendite di fine stagione”o “Saldi”; non possono effettuare le vendite di fine stagione sugli articoli di elettronica. Di seguito alcuni consigli suggeriti da Confcommercio che consiglia i consumatori riguardpo ad un corretto acquisto degli articoli in saldo. Cambi: la possibilità di cambiare il capo dopo che lo si è acquistato è generalmente lasciata alla discrezionalità del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme (artt. 128 e ss. del Codice del Consumo d.lgs. 6 settembre 2005 n. 206). In questo caso scatta l’obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto. Prova dei capi: non c’è obbligo. E’ rimesso alla discrezionalità del negoziante. Pagamenti: le carte di credito devono essere accettate da parte del negoziante qualora sia esposto nel punto vendita l'adesivo che attesta la relativa convenzione. Prodotti in vendita: i capi che vengono proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo. Salve specifiche disposizioni regionali, è possibile porre in vendita capi non appartenenti alla stagione in corso. Indicazione del prezzo: obbligo del negoziante di indicare il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale.


3/1/2008 ore 12:29
Torna su