20/01/2020 ore 15:46
I clienti degli spacciatori arrestati sono tutti maggiorenni, stroncato un traffico che coinvolgeva decine di giovani dell'amerino
Erano tutti maggiorenni i giovani coinvolti nel traffico di cocaina scoperto dai carabinieri della Compagnia di Amelia. L'operazione, che aveva condotto all'arresto di quattro persone: un cittadino tanzaniano di 38 anni domiciliato a Perugia, M.G. 26enne di Montecastrilli, D.P. 21enne di Avigliano Umbro e M.Z. di 22 anni di Terni, ha infatti permesso di scoprire che tra i clienti degli arrestati c'erano numerosi ragazzi residenti nel comprensorio amerino. Si tratta di giovani di Avigliano Umbro e Montecastrilli, ragazzi senza alcun precedente penale, come gli spacciatori finiti in carcere, alcuni dei quali già inseriti nel mondo del lavoro ed altri studenti delle scuole superiori o universitari. Gente comune, insomma, appartenente a famiglie cosiddette "normali" che sono caduti nel vortice della droga per puro spirito emulativo e forse per combattere la noia di un pomeriggio uguale agli altri o farsi vedere "grandi" nelle serate trascorse in discoteca. Un "gioco" che costerà caro a tutti quelli che fino ad ora sono stati identificati dai carabinieri, poiché per ognuno di loro, così come previsto dalla legge, scatterà la segnalazione al Prefetto. Un "marchio" che rimarrà indelebilmente impresso sul loro futuro di adulti.

28/11/2007 ore 4:43
Torna su