22/11/2019 ore 15:37
Donazione del sangue: sottoscritta una convenzione tra l'azienda sanitaria locale e la Croce Rossa di Terni
L’Asl 4 di Terni ha sottoscritto, nei giorni scorsi, una convenzione con il comitato umbro della Croce Rossa Italiana, per la disciplina delle donazioni di sangue. L’accordo prevede di attivare iniziative di promozione al dono del sangue e di educazione alla salute con il duplice obiettivo di far crescere nell’opinione pubblica una maggiore sensibilità verso questa tematica e di diffondere una corretta informazione in favore della donazione anonima, volontaria, periodica, gratuita e consapevole del sangue. Tale attività dovrà coinvolgere le associazioni di volontariato, i Comuni e i servizi competenti dell’Azienda sanitaria locale di Terni. Per quanto riguarda il capitolo centrale della raccolta di sangue, l’Asl 4 si impegna alla raccolta di tutto il sangue disponibile sul territorio provinciale, secondo le disposizioni della programmazione nazionale e regionale mentre la Croce Rossa provvederà alla chiamata dei propri donatori per l’effettuazione delle donazioni (sangue intero o aferesi), ad inviare i propri donatori alle strutture trasfusionali dell’Asl 4, a trasmettere con cadenza annuale l’elenco aggiornato dei donatori disponibili. L’associazione sarà inoltre nodo della rete informatica regionale del Servizio, avrà accesso alla banca dati e potrà integrarla per effettuare rilevazioni in tempo reale dell’accesso dei donatori presso tutti i punti di raccolta autorizzati. Al fine di garantire l’applicazione e l’ottimizzazione degli elementi qualificanti della convenzione si è stabilito di istituire un comitato di partecipazione composto dal presidente, il direttore generale dell’Asl 4 Imolo Fiaschini, dal direttore sanitario Luciano Lorenzoni, dal dirigente del Servizio immunotrasfusionale aziendale, da un operatore sanitario non medico, da tre rappresentanti designati dalle associazioni di volontariato. Altri capitoli della convenzione riguardano la tutela del donatore, il ristoro, il buon uso del sangue, la copertura assicurativa, l’aggiornamento dei donatori e i contributi all’attività istituzionale dell’associazione. ”Si tratta di un accordo molto importante – dichiarano il direttore generale dell’Asl 4 Imolo Fiaschini, il presidente regionale della Croce Rossa Dante Siena e l’ispettore regionale donatori di sangue della CRI Paolo Scura – per incrementare le donazioni di sangue con l’obiettivo di raggiungere l’autosufficienza nella nostra regione”.
In Umbria sono circa trecento i donatori di sangue della Croce Rossa. In queste settimane si stanno svolgendo, in diversi Comuni, dei corsi di formazione e attività di sensibilizzazione per ampliare la platea dei donatori.

20/2/2008 ore 5:34
Torna su