21/01/2020 ore 18:26
Terni: rapina alla filiale Carit di via Brodolini, i malviventi hanno minacciato il cassiere con una bottiglia contenente liquido infiammabile
Rapina con… liquido infiammabile. La malavita si evolve e con il passare del tempo al posto della rivoltella di una volta ha preso ad usare, anche per eludere in qualche modo il Codice Penale, “armi” inusuali che non uccidono ma possono comunque fare del male alla persona minacciata. L’ennesima rapina in banca si è consumata questa mattina intorno alle 11 presso l’agenzia della Cassa di risparmio di Terni e Narni in via Brodolini. Stando ad una prima ricostruzione fatta dalle forze dell’ordine, tre individui con il volto coperto da passamontagna, sono entrati all’interno della banca dove al momento, oltre ai tre impiegati, si trovavano sette clienti. Uno dei malviventi aveva in mano una bottiglia contenente, a suo dire, del liquido infiammabile. I tre hanno minacciato i presenti di gettargli addosso il liquido se non fosse stato consegnato loro tutto il denaro contenuto nelle casse. Ai dipendenti della banca non è restato altro da fare che obbedire e una volta arraffato il malloppo il terzetto si è dileguato facendo perdere le proprie tracce. Nessuno ha visto che direzione i malviventi abbiano preso, e nemmeno se ad attenderli ci fosse un quarto complice. L' allarme è scattato immediatamente e sul posto sono giunte pattuglie della squadra mobile della questura di Terni e agenti della polizia scientifica. Sono stati istituiti posti di blocco che hanno tuttavia dato esito negativo. Al momento non è dato sapere a quanto ammonta il denaro rubato. La Carit di via Brodolini era stata già presa di mira qualche tempo fa.
22/10/2007 ore 14:32
Torna su