17/01/2020 ore 15:23
Amelia: orribile morte di un pensionato di 67 anni maciullato dalle lame di una fresatrice agganciata al trattore con il quale stava lavorando
Una morte orribile. Con le lame di una fresatrice che gli hanno straziato il corpo. La tragica sorte è toccata ad un pensionato di 67 anni di Fornole che stamattina era intento ad arare un appezzamento di terreno di sua proprietà a poca distanza dall'abitazione presso la quale viveva con la moglie. Erano circa le 8,45 quando l'uomo, che aveva avvertito dei rumori provenire dalla fresatrice agganciata al trattore che stava guidando, ha fermato il mezzo ed è sceso per controllare; il motore era però rimasto acceso e questo, probabilmente potrebbe essere stato fatale al pensionato il quale, stando alla ricostruzione fatta dai carabinieri della Compagnia di Amelia coordinati dal capitano Michele Cardone, si è chinato per individuare le cause che avevano determinato gli strani rumori. E' stato un attimo: il poveretto è stato "agganciato" dalle lame della fresatrice che gli hanno orribilmente maciullato le carni. Le urla disperate hanno attirato l'attenzione dei famigliari che sono corsi in direzione del trattore e si sono trovati davanti il drammatico spettacolo. Poi la routine di sempre: l'arrivo, inutile, dell'ambulanza del 118, di un equipaggio dei vigili del fuoco e quello dei carabinieri che hanno iniziato le indagini per comprendere i motivi della tragedia. La salma è stato poi rimossa ed inviata all'istituto dfi medicina legale presso il "Santa Maria" di Terni. Qui verrà eseguito l'esame autoptico previsto dalla legge. La notizia della morte del pensionato, padre di due figlie entrambe sposate, ha scosso la piccola frazione di Fornole ma anche altre località dell'amerino dove l'uomo era molto conosciuto.
18/10/2007 ore 18:35
Torna su