30/10/2020 ore 17:39
La polizia arresta all'aereoporto di Fiumicino uno spacciatore algerino che gli agenti della Questura ternana ricercavano dallo scorso mese di maggio
Lo hanno arrestato dopo mesi di ricerche. Gli agenti della Polizia di frontiera in servizio presso lo scalo aereo dell’aeroporto nazionale di Fiumicino, in collaborazione con il personale della Sezione Narcotici della squadra mobile della Questura di Terni nel primo pomeriggio di lunedi, ha tratto in arresto il cittadino algerino B.A. di 38 anni mentre faceva scalo proveniente da Algeri a bordo di volo di linea. L’uomo nello scorso mese di maggio era stato al centro di investigazioni da parte della squadra mobile ternana che lo aveva individuato quale spacciatore di hashish e cocaina nel nostro capoluogo. Per due volte B.A., nei cui confronti il P.M. Mariarosaria Guglielmi aveva chiesto ed ottenuto dal Gip presso il Tribunale di Terni il provvedimento di custodia cautelare in parola, era riuscito a sfuggire all’arresto e a darsi alla latitanza, dapprima rifugiandosi presso degli extracomunitari residenti a Terni quindi tornando nel suo paese di origine. L’uomo, trascorsi quasi tre mesi da quegli eventi, nella giornata di lunedì tentava di fare rientro in Italia per tornane ad impadronirsi nuovamente della piazza ternana in considerazione del fatto che nel periodo delle indagini lo stesso non svolgeva nessuna legale attività lavorativa e faceva dello spaccio l’unica sua fonte di reddito. Ad attenderlo all’aeroporto di Fiumicino trovava però il personale di Polizia che lo arrestava e lo conduceva presso la casa circondariale di Civitavecchia a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.
22/8/2007 ore 4:10
Torna su