25/10/2020 ore 00:37
Roma: anziana signora narnese minaccia di uccidersi se qualcuno si presenterà alla porta di casa sua per sfrattarla
Minaccia di buttarsi dalla finestra se qualcuno si presenterà all’uscio di casa per presentarle il decreto di sfratto. Protagonista della vicenda è una attempata signora originaria narnese che da molto tempo vive a Roma. "Se provano a forzare la porta per entrare in casa mi butto dalla finestra"; questo, più o meno, il tono della minaccia fatta dalla signora G.S., 71 anni, originaria di Narni e residente a Roma in via di Torrespaccata. La donna nei giorni scorsi è stata raggiunta da un’ingiunzione di sfratto che, stando agli atti, verrà eseguita il 29 agosto. "Fino a pochi anni fa - racconta la donna, assistita dall'associazione ‘Camminare insieme’ che opera all’interno della parrocchia di S. Maria Regina Mundi - io e mio marito Enzo eravamo titolari di un panificio,di una casa e di alcuni terreni, poi lui è stato colpito da due ictus, che lo hanno portato alla morte ed io gli sono stata accanto fino alla fine, trascurando tutto il resto. Le nostre proprietà e l’abitazione – aggiunge la signora - sono finite all’asta ed io sono costretta a rimanere chiusa in casa da 5 anni perché non posso più camminare e ho problemi alla vista; vado avanti gazie ai 420 euro mensili della pensione di reversibilità di mio marito, ma con questa cifra nonj sono certo in grado di fare miracoli!”. Il presidente dell'associazione "Camminare insieme" Vincenzo Flermonte si è rivolto al sindaco di Roma Walter Veltroni e al presidente dell'VIII Municipio Fabrizio Scorzoni per chiedere l'immediata sospensione del provvedimento dello sfratto. Intanto, però, per la anziana signora originaria di Narni si profilano giorni davvero difficili.
21/8/2007 ore 4:31
Torna su