22/10/2019 ore 03:24
Terni: giovane di 23 anni picchia la madre per farsi dare i soldi necessari all'acquisto della droga: arrestato
La Squadra Mobile della Questura di Terni nel primo pomeriggio di ieri (3 agosto) ha tratto in arresto, in esecuzione di una Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Gip del Tribunale di Terni Maurizio Santoloci, il ternano J.B. di 23 anni, ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e di estorsione. Le indagini, condotte dalla Sezione Narcotici, avevano avuto origine il 17 luglio scorso quando la madre del giovane, esasperata dalla condotta del figlio, che la malmenava quotidianamente arrivando a colpirla anche con dei pugni, si portava presso gli Uffici della Questura denunciando le condotte di violenza attuate nei suoi confronti e in danno del marito da parte del giovane che avanzava continue richieste di denaro per l’acquisto della droga. Ogni qual volta i due coniugi si rifiutavano di consegnargli il denaro necessario all’acquisto della dose, si verificavano gravi episodi di violenza da parte dello stesso che con condotte minacciose sottraeva denaro contante ed oggetti preziosi. Almeno in una circostanza il giovane era arrivato a puntare un cacciavite alla gola della madre che veniva continuamente percossa e apostrofata con pesanti epiteti anche davanti a terze ed ignare persone. La successiva attività investigativa posta in essere dal personale della Sezione Narcotici permetteva di raccogliere gravi ed inequivocabili indizi di colpevolezza nei confronti di B.J. che venivano riferiti dettagliatamente al Pubblico Ministero presso la Procura della Repubblica di Terni, Mariarosaria Guglielmi, la quale sposando pienamente la tesi investigativa, chiedeva ed otteneva dal Gip presso il Tribunale di Terni il provvedimento restrittivo eseguito questa mattina. Al termine delle formalità di rito il giovane arrestato veniva associato presso la locale casa circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
4/8/2007 ore 13:37
Torna su