17/11/2019 ore 19:05
Terni: la polizia arresta una 31enne napoletana sorpresa a cedere eroina ad un giovane del posto, indagata anche un'altra 19enne campana
Un nuovo arresto per droga. Personale della sezione narcotici della Squadra Mobile della Questura di Terni nella giornata di ieri (27 luglio) traeva in arresto la trentunenne napoletana P. R., residente da anni in città, perché colta nella flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella stessa operazione veniva indagata in stato di libertà, per analoga violazione, la diciannovenne napoletana P. V. convivente da pochi mesi con l’altra donna. Tutto è successo nella mattinata di ieri, quando gli agenti della Narcotici notavano la P.R., davanti all’ufficio anagrafe di via Guglielmi mentre cedeva un piccolo involucro ad un giovane ternano, noto alle forze dell’ordine per essere un assuntore di sostanze stupefacenti, ricevendo in cambio delle banconote piegate. Gli agenti decidevano di intervenire e controllando il giovane appuravano che quel piccolo involucro conteneva dell’eroina. Veniva così controllata anche la donna la quale veniva trovata in possesso di un piccolo involucro, analogo al primo e nascosto in un marsupio, contenete anch’esso dell’eroina, oltre a denaro contante provento dell’attività di spaccio posta in essere poco prima. Ma la napoletana veniva anche trovata in possesso di tre telefoni cellulari che lei stessa utilizzava per mantenere i contatti con i tossicodipendenti. In casa della donna la polizia rinveniva ulteriore sostanza stupefacente, già suddivisa in dosi e pronta per essere ceduta a più tossicodipendenti, nonché la somma in contanti di oltre 1.000 euro che veniva sottoposta a sequestro perché ritenuta, verosimilmente, provento dell’attività di spaccio, in quanto la donna non sapeva giustificarne esaurientemente il possesso. All’interno dell’abitazione veniva sorpresa l’amica diciannovenne, anch’essa trovata in possesso sia di eroina che di un piccolo quantitativo di marijuana. La giovane, non avendo dei precedenti, è stata quindi indagata in stato di libertà per il possesso di sostanza stupefacente. La 27 enne, invece, essendo già stata condannata dal Tribunale di Napoli per il possesso di sostanze stupefacenti, veniva tratta in arresto per la violazione della legislazione sugli stupefacenti ed associata al carcere di Vocabolo Sabbione a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Terni Barbara Mazzullo.
28/7/2007 ore 12:55
Torna su