28/11/2020 ore 12:53
Viabilità: fissati tempi e modalità da Anas e Istituzioni riguardo al completamento dei lavori allo svincolo della E/45 e per la Terni-Rieti
Terni-Rieti ed E/45 sono state al centro della riunione svoltasi ieri in Provincia tra Istituzioni regionali e locali, Prefettura ed Anas. Presenti all’incontro il Presidente della Provincia di Terni, Andrea Cavicchioli, l’Assessore regionale alle “Infrastrutture”, Giuseppe Mascio, l’Assessore ai “Lavori pubblici” del Comune di Terni, Alberto Pileri, i Sindaci dei Comuni di Arrone, Montefranco, Ferentillo e Polino, il Vice Prefetto Vicario Antonio D’Acunto, l’ingegnere capo dell’Anas, Fausto Brugiati, e tecnici delle Amministrazioni interessate. In apertura della riunione il rappresentante dell’Anas ha comunicato di aver completato l’attività istruttoria per la realizzazione di una galleria che consentirà di mantenere il senso unico alternato lungo la statale “Valnerina” nel periodo necessario ai lavori per la realizzazione del ponte sulla “Terni-Rieti”. Le Istituzioni hanno dato l’assenso di massima per la soluzione presentata e nei prossimi giorni verranno consegnati al Presidente della Provincia una relazione illustrativa del complesso degli interventi, gli elaborati tecnici e la puntualizzazione delle varie esigenze al fine di consentire agli Enti competenti di adottare i necessari provvedimenti amministrativi. L’inizio delle diverse modalità di traffico lungo la “Valnerina” è stato ipotizzato per la 2^ metà di settembre con l’indicazione di un cronoprogramma che prevede la conclusione dei lavori per il ponte ed i ripristino del traffico nella sua normalità intorno all’estate 2008. Il Presidente Cavicchioli, una volta in possesso della documentazione richiesta, insedierà immediatamente un tavolo tecnico per l’analisi del materiale fornito e per la predisposizione di tutti gli atti necessari. In questo contesto verranno disciplinate anche le esigenze relative alla collocazione delle mine su un costone roccioso per i necessari lavori. Per quanto concerne la E/45, l’ingegner Brugiati ha relazionato in ordine allo stato dei lavori e le Istituzioni hanno ribadito la necessità del completamento di tutte le opere collegate, con particolare riferimento anche all’area di Maratta, e in tal senso verranno assunte formali iniziative. Nella riunione, così come già fatto presente in precedenza, si è stabilito di consentire, con la scadenza dell’ordinanza vigente (5 luglio 2007), la riapertura dello svincolo San Gemini sud, tenendo conto che nell’abito di Borgo Bovio-Campitelli vi è una minore pressione di traffico derivante dalla chiusura delle scuole e dal periodo estivo. Lo svincolo, come in passato, resterà comunque inibito al traffico pesante superiore alle 5 tonnellate. Al riguardo, a seguito di quanto emerso dalla riunione odierna, il Presidente Cavicchioli formalizzerà la richiesta all’Anas per quanto di competenza.







15/6/2007 ore 5:39
Torna su