28/11/2020 ore 15:14
Terni: botte da orbi alla moglie dalla quale era separato, arrestato un pregiudicato ternano di 36 anni
Arrestato per aver perseguitato e picchiato la moglie. A finire in carcere è stato un 36enne ternano, operaio, pregiudicato, che si è reso responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali in danno della moglie 28enne. La vicenda giudiziaria ha avuto inizio lo scorso mese di aprile, quando la donna si è presentata in Questura per sporgere denuncia nei confronti del marito. La donna ha raccontato agli agenti la sua breve esperienza matrimoniale, durata meno di un anno, fatta di maltrattamenti psicologici e fisici a cui il marito la sottoponeva continuamente e sempre per futili motivi. La donna aveva deciso di separarsi, ma l’uomo non aveva accettato tale decisione e, in preda a stati d’animo alternanti, aveva intrapreso un’attività persecutoria nei suoi confronti, sottoponendola ad una continua pressione psicologica e facendola vivere nel terrore. L’uomo a volte la pregava di tornare con lui promettendole di cambiare, altre volte la seguiva fin sul posto di lavoro e negli spostamenti quotidiani, minacciandola anche di morte e percuotendola. In una occasione, come in preda ad un raptus, si era introdotto nella casa coniugale e ne aveva completamente distrutto l’arredo. L’uomo, nonostante fosse stato convocato in Questura ed ammonito a recedere dalla propria condotta, ha continuato imperterrito con i gravi comportamenti persecutori, l’ultimo dei quali si è verificato alcune mattine fa quando si è recato al negozio dove lavora la donna e dopo un breve litigio le ha sottratto il cellulare per vedere se lei avesse contatti con altri uomini. La donna, al colmo della esasperazione, si è presentata in Questura per sporgere denuncia, ed anche qui il marito l’ha raggiunta e minacciata avvertendola che avrebbero fatto i conti “a quattr’occhi”. Nel pomeriggio l’uomo ha messo in atto le proprie minacce, recandosi al negozio dove lavora la donna armato di un taglierino. In segno di spregio, prima ha completamente tagliuzzato il proprio abito da cerimonia che aveva indossato durante il matrimonio, e poi ha percosso violentemente la donna mandandola in ospedale. Gli agenti della Mobile sono prontamente intervenuti ed a seguito di quest’ultimo violento episodio hanno provveduto ad arrestare l’uomo che è stato associato al carcere di Vocabolo Sabbione.
13/6/2007 ore 15:05
Torna su