04/12/2020 ore 11:45
Terni: convegno a palazzo Gazzoli sul tema: "Limiti e frontiere della ricerca scientifica: problematiche filosofiche, etiche e giuridiche"
“Realizzare un tavolo nazionale, che coinvolga personalità scientifiche, istituzionali e religiose, che abbia per obiettivo l’elaborazione di valori condivisi sul tema dell’inizio della vita. Facilitando così anche l’attività scientifica e di studio su argomenti delicati e complessi come quello dell’uso delle cellule staminali a fini terapeutici e di ricerca”. E’ stata questa la proposta lanciata dal presidente della commissione Sanità del Senato, prof. Ignazio Marino, durante il convegno "Limiti e frontiere della ricerca scientifica: problematiche filosofiche, etiche e giuridiche", organizzato dall'Associazione Culturale per Terni Città Universitaria. Un tema intorno al quale hanno dibattuto il presidente emerito della Corte Costituzionale, prof. Antonio Baldassarre, e il vescovo diocesano mons. Vincenzo Paglia, in una tavola rotonda coordinata dal prof. Enrico Garaci, Presidente dell'Istituto Superiore Sanità e della Fondazione Cellule Staminali di Terni. Durante l’iniziativa, i protagonisti del confronto hanno anche interloquito con una platea fortemente interessata al rapporto tra etica, religione e morale e le tematiche delle biotecnologie, della ricerca avanzata e delle nuove frontiere scientifiche. Un confronto operativo, quello messo in campo dall'Associazione Culturale per Terni Città Universitaria, per far crescere la consapevolezza di una città che sta progettando e realizzando la nascita di un distretto avanzato della ricerca biotecnologica, con i laboratori e le strutture che stanno nascendo intorno al nucleo centrale rappresentato dall’Università. “Abbiamo voluto dare continuità strategica alle attività informative e divulgative messe in campo in questi mesi, a cominciare dal convegno che è stato realizzato sulle cellule staminali – ricorda Ciano Ricci Feliziani, segretario generale dell’Associazione e presidente del Consorzio universitario di Medicina – Si tratta di far entrare sul territorio un dibattito nazionale ed europeo che coinvolge l’intera società. L’obiettivo che ci siamo prefissi, in un quadro di difficoltà e di frammentazione, è quello di costruire un terreno comune di confronto, che possa andare oltre le divisioni ideologiche, le appartenenze politiche e la fede religiosa, individuando una base generale condivisa di legittimazione etica e scientifica delle attività di ricerca applicata. Ciò è tanto più necessario nella nostra città per accompagnare il decollo operativo di strutture come la Fondazione per le cellule staminali e i laboratori universitari che si stanno realizzando”. L’Associazione Culturale per Terni Città Universitaria ha annunciato per l’autunno un nuovo appuntamento per la presentazione degli atti del convegno “Porte aperte alla ricerca: cellule staminali - Confronto tra il mondo scientifico e il mondo istituzionale”, che sarà anche l’occasione per la verifica dello stato dell’arte delle attività dei laboratori ternani coordinati dal prof. Angelo Vescovi. Il convegno di sabato è stato interamente trasmesso in diretta da Radio Radicale, che metterà a disposizione sul proprio sito internet l’intera registrazione audio-video dell’evento. L’iniziativa è stata conclusa da un concerto pianistico di Cristiana Pegoraro, che è stata insignita dal Comune di Terni del Thyrus d’oro, l’onorificenza concessa ai cittadini benemeriti, per aver ricevuto la targa d’argento del presidente della Repubblica.



10/6/2007 ore 10:56
Torna su