24/11/2020 ore 10:49
Consorzio aree industriali: un incontro in Provincia tra i sindaci di Terni, Narni e Spoleto per fare il punto della situazione
Le questioni programmatiche e gestionali del Consorzio per lo sviluppo delle aree industriali di Terni-Narni-Spoleto sono state al centro di una riunione tenutasi nei giorni scorsi nell’Ufficio di Presidenza della Provincia di Terni. Presenti il Presidente dell’Ente, Andrea Cavicchioli, L’Assessore regionale allo “Sviluppo economico”, Mario Giovannetti, i Sindaci dei Comuni interessati, Paolo Raffaelli, Stefano Bigaroni e Massimo Brunini, il presidente del Consorzio, Paolo Gentili. Nel corso dell’incontro i rappresentanti delle Istituzioni hanno affermato di considerare il Consorzio un importante punto di riferimento per l’azione di implementazione del sistema economico locale ed hanno assicurato allo stesso il sostegno necessario per l’attività e per le modifiche statutarie che consentiranno un proficuo lavoro e snellezza operativa. Si è, altresì, convenuto di mantenere un costante rapporto fra la rappresentanza istituzionale dei soci ed il Consorzio e di porre in essere ogni sforzo per definire le questioni pendenti nel rispetto dell’impostazione data. “In particolare, per quanto riguarda il complesso Bosco - precisa il Presidente della Provincia di Terni - si è confermata la volontà di verificare i progetti con un alto tasso qualitativo, innovativo e di occupazione corrispondente alle notevoli potenzialità del sito, intensificando l’azione di marketing ed il confronto con i soggetti che hanno manifestato interesse, ferma restando la necessità di definirne nel più breve tempo possibile l’utilizzazione. Per quanto riguarda l’area di Treie di Narni - prosegue Cavicchioli - vi sarà un intervento delle Istituzioni nei confronti di TK-AST per ottenere risposte definitive in ordine alla centrale di 400 mw, al fine di adottare le opportune determinazioni e di concludere in ogni caso l’iter previsto dal ‘Patto di territorio’. Per le aree di Nera Montoro è stata evidenziata la necessità di concludere rapidamente il confronto con Enel e Terna per la situazione relativa all’approvvigionamento energetico tramite le opere necessarie. Per ciò che concerne, infine, l’area territoriale spoletina - conclude Cavicchioli - le Istituzioni hanno ritenuto indispensabile l’impegno del Consorzio per risposte riguardanti le aree industriali individuate, con una presenza organica che possa favorire una maggiore integrazione fra i nostri territori che hanno interessi specifici su vari settori”.
11/6/2007 ore 10:43
Torna su