21/01/2020 ore 15:46
Nera Montoro: 45enne narnese entra nella fabbrica dove lavora per rubare ma viene sorpreso dal titolare e poi arrestato
Aveva scelto un giorno festivo, dando probabilmente per scontato che nessuno avrebbe potuto sorprenderlo, ma non ha fatto i conti con un imprevisto che ha rovinato i suoi piani. Per un narnese di 45 anni, incensurato, la sua breve carriera di ladro stata interrotta dal titolare della ditta presso la quale lavorava da alcuni anni che lo ha sorpreso a rubare alcune valvole da un apparecchio che fa parte di un complesso impianto della fabbrica. L'uomo stato arrestato dai carabinieri e processato per direttissima: il giudice, dopo il patteggiamento, lo ha condannato a 80 giorni di carcere per furto aggravato, pena sospesa; ma il fatto ancora pi grave che il 45enne si giocato anche il posto di lavoro perch il titolare della ditta dopo questa "sorpresa" ha licenziato in tronco il dipendente. L'episodio accaduto domenica scorsa intorno a mezzogiorno, quando il proprietario di una fabbrica di Nera Montoro, dove vengono lavorati materiali ferrosi, ha deciso di andare in azienda per prendere dei documenti che gli sarebbero serviti il mattino successivo. Al suo arrivo ha sentito dei rumori provenire dall'interno della fabbrica che essendo festa era ferma, si avvicinato con cautela ed rimasto sbalordito quando ha visto un suo dipendente che, armato di fiamma ossidrica, stava smontando una ad una delle valvole da un macchinario. Colto in flagrante il dipendente si dovuto arrendere davanti all'evidenza e all'arrivo dei carabinieri, chiamati dal titolare, ha ammesso le sue colpe. Quelle valvole, oggetto dei suoi desideri, valevano si e no 500 euro, ma molto pi importante sarebbe stato il danno provocato all'impianto che senza le valvole sarebbe rimasto fermo. Si parla di 50.000 euro che il proprietario della fabbrica avrebbe dovuto rimettere di tasca propria. Il 45enne narnese stato arrestato, processato e licenziato. L'idea di diventare ladro alla sua et si rivelata una pessima scelta.

6/6/2007 ore 5:43
Torna su