04/12/2020 ore 11:47
Terni: per il Consorzio Universitario in arrivo 850.000 euro da Comune, Fondazione Carit e Camera di Commercio
Il Presidente del Consorzio Universitario della provincia di Terni Paolo Raffaelli ha convocato per martedì 12 giugno alle 15, presso la sede consortile di corso Tacito 146, il Consiglio di Amministrazione dell’organismo. Tra i punti principali all’ordine del giorno sono iscritti l’approvazione del bilancio di previsione per il 2007, il Piano programma di sviluppo del Polo universitario ed interventi relativi alle sedi universitarie di Terni, Narni ed Orvieto. La proposta di bilancio che andrà in discussione prevede entrate vicine agli 850.000 euro. I principali apporti sono quelli del Comune di Terni per 350.000 euro, della Fondazione Carit per 300.000 euro e della Camera di Commercio per 85.000 euro. Le più significative partite previste in uscita riguardano il sostegno ai progetti di ricerca (200.000 euro), gli investimenti per nuovi laboratori di ricerca (200.000 euro), interventi per la logistica, le aule didattiche ed il consolidamento dei corsi (200.000 euro). Il Consorzio prevede anche investimenti per la comunicazione e la promozione delle attività del Polo didattico-scientifico e la creazione di un sito web facilmente accessibile da parte degli studenti e dal complesso della comunità. “Con questa riunione – commenta il Presidente Raffaelli – entra nel vivo la fase operativa e progettuale del Consorzio, dopo che le recenti elezioni hanno confermato il professor Francesco Bistoni come Magnifico Rettore dell’Ateneo umbro. Abbiamo atteso la definizione degli assetti di vertice, frutto del confronto democratico tra le diverse componenti accademiche, per passare in un quadro di stabilità alla pienezza della fase operativa, anche in considerazione del forte e diretto impegno che il Rettore Bistoni ha profuso fin dall’inizio in tutta l’attività di impostazione, progettazione e consolidamento del Polo e del Consorzio di cui è anche, assieme al Prorettore professor Pietro Burrascano, autorevole amministratore. Mi sembra di potere dire che portiamo al Consiglio ed alla città un primo apporto di risorse significative, per essere questo il primo anno effettivo di operatività del Consorzio, ed anche un quadro di proposte progettuali e di sviluppo interessanti. Naturalmente inizia ora una fase che, a partire dalla importante elaborazione già prodotta dal Comitato tecnico-scientifico, deve proiettare l’Ateneo multicampus e il Polo didattico-scientifico della provincia di Terni in una ben più ambiziosa prospettiva strategica che non può che avere come punto fermo l’aggiornamento del Piano di Sviluppo Universitario concordato con il Ministero dell’Università e della Ricerca a partire dal 2001.”


6/6/2007 ore 14:30
Torna su