17/02/2020 ore 17:09
Terni: arresti e denunce dei carabinieri nel fine settimana, in carcere un uomo che aveva maltrattato i genitori ed una donna per aggressione
Intensa attività dei carabinieri del comando provinciale di Terni che hanno portato a termine numerose operazioni e proceduto anche a due arresti. Nella prima operazione i militari hanno tratto in arresto, su ordine di custodia cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Terni, P.G. 36enne ternano, pluripregiudicato, il quale si rendeva responsabile di maltrattamenti in famiglia. Lo stesso trovandosi già in regime di detenzione domiciliare per altri reati presso l’abitazione dei genitori, li aggrediva con violenza più volte per futili motivi. Particolare curioso è che l’uomo, dopo aver compiuto gli atti di violenza, in due occasioni, evadeva dagli arresti domiciliari presentandosi spontaneamente presso i carabinieri di Spoleto chiedendo di essere arrestato per tornare in carcere ma, in entrambi i casi, l’autorità giudiziaria ne disponeva l’accompagnamento presso la sua abitazione. Un altro episodio è accaduto ieri mattina alle 7,20 all’ospedale “Santa Maria” ed ha visto protagonista una assistente sanitaria, la quale al termine del turno lavorativo, è uscita dal reparto dove lavora e si è recata presso lo sportello bancomat ubicato vicino alla portineria; mentre eseguiva una operazione di prelievo di denaro è stata aggredita da una donna 32enne, con problemi psichici (già conosciuta alle forze dell’ordine per altri comportamenti anomali), che, dopo averla percossa, gli sottraeva 50 euro. Grazie all’intervento di una collega, l’infermiera riusciva tuttavia a riprendersi il denaro e ad chiamare i carabinieri che, giunti subito sul posto, arrestavano l’aggressore per rapina e lesioni personali. La donna si trova ora ristretta nel Carcere di Sabbione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
I carabinieri hanno inoltre dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina a carico di un ternano S.G. di 26 anni, con vari precedenti penali, già ristretto presso la casa circondariale di Vocabolo Sabbione. La misura cautelare veniva emessa dal Gip di Terni in seguito all’indagine svolta dai carabinieri del medesimo reparto che, il 15 marzo scorso, dopo aver arrestato l’uomo per aver accoltellato un coetaneo nei pressi di Piazza San Francesco, appuravano che, quel pomeriggio, la stessa persona, aveva perpetrato una rapina in piazza della Repubblica nei confronti di un altro tossicodipendente, minacciandolo con lo stesso coltello e facendosi consegnare una banconota da 20 Euro, per poi darsi alla fuga. I carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un cittadino rumeno sorpreso dagli addetti alla sicurezza all’interno della Ipercoop di Via Gramsci a rubare merce varia nascosta all’interno delle gambe dei pantaloni che erano stati opportunamente bloccati all’altezza delle caviglie. Proprio l’eccessivo volume dell’indumento faceva insospettire il personale di vigilanza che lo bloccava e chiamava i carabinieri. In un’altra operazione i militari, nel corso di servizi notturni, hanno denunciato in stato di libertà un 52 enne ternano sorpreso alla guida della propria autovettura in stato di ebbrezza alcolica. L’uomo, oltre al ritiro della patente per l’applicazione del periodo di sospensione, ha subito la decurtazione 10 punti.
14/5/2007 ore 5:26
Torna su