12/11/2019 ore 23:11
Terni: il consigliere regionale Nevi (FI) chiede al sindaco Raffaelli di impegnarsi con progetti che aiutino davvero a migliorare la qualità dell'aria
“La situazione della qualità dell’aria del Comune di Terni non ci induce ai facili trionfalismi, tutti politicamente orientati, del sindaco Raffaelli che ascrive il peggioramento dei dati ambientali ad una cosa fisiologica”. Lo afferma il consigliere regionale Raffaele Nevi (Forza Italia), ritenendo “quanto mai opportuna, dopo anni di grandi scontri, una riflessione seria e pacata delle istituzioni e delle forze politiche, con l’aiuto di esperti, verificando cosa si fa di buono in altre città d’Europa e del mondo”. “Il tema della qualità dell’ambiente, e quindi della salute dei cittadini, - continua Nevi - deve essere affrontato lasciando lontano la faziosità politica: i dati dovrebbero indurre tutti a riflettere su come si può, concretamente, intervenire per avviare una riduzione degli inquinanti in special modo per ciò che attiene il traffico e i riscaldamenti. Abbiamo la fortuna di vivere in una città di pianura e occorre assolutamente sfruttare questa prerogativa e investire per incrementare piste ciclabili e trasporti pubblici che siano seriamente al servizio del cittadino. Serve un grande piano di interventi e di comunicazione pubblica, proprio collegata al tema della salute, per fare una vera e propria operazione culturale sull’uso razionale dei mezzi di trasporto e anche delle nuove tecnologie che ci consentirebbero di risparmiare soldi, energia, e di ridurre le emissioni. Accanto a questo occorre che si cominci a progettare e realizzare maggiori zone di verde riempiendo piazze e vie di scorrimento ad alta densità di traffico di alberi e verde. Un vero e proprio piano di ‘forestazione’, come lo ha recentemente definito un ambientalista”. “Queste – conclude il consigliere di Forza Italia- sono solo alcune proposte ma la cosa più importante è mettere al centro della programmazione comunale il tema della diminuzione delle emissioni e quindi dell’inquinamento anche attraverso l’attivazione di un tavolo specifico con le imprese per capire come pubblico e privato insieme possono cooperare per questo. Occorre sviluppare anche a Terni quella che, in altre zone d’Italia e del mondo, viene definita l’industria dell’ambiente e della qualità della vita. Invito il Sindaco a smetterla di fare parole e lavorare per attivare subito un gruppo di lavoro e organizzare un grande convegno nazionale per presentare delle proposte concrete. Forza Italia parteciperà con le proprie idee e con le proprie proposte. A cominciare da oggi cercherò anche di preparare una proposta di legge in materia”.
23/4/2007 ore 11:28
Torna su