23/11/2019 ore 00:33
Otricoli: agenti della Polizia Locale della Provincia hanno sequestrato l'ex Ceramica Ternana per la presenza di materiali inquinanti
Sigilli ai cancelli della ex "Ceramica Ternana" di Otricoli. Agenti del Nucleo Operativo Speciale (NOS) della Polizia Locale della Provincia di Terni hanno sequestrato il sito della ex fabbrica di stoviglierie che si trova lungo la Flaminia alle porte di Otricoli. All'interno della fabbrica, che risulta dimessa da più di un anno, la polizia locale, a seguito di un controllo, ha rinvenuto un deposito non autorizzato di materiali di scarto delle lavorazioni della ceramica. Gli agenti hanno provveduto ad apporre i sigilli all'intera area avviando poi un'indagine per risalire alla natura del materiale illegale e alle eventuali responsabilità. I cancelli della fabbrica sono chiusi da un bel pezzo, da quando anche l'ultima cooperativa di ex dipendenti che si era costituita per cercare di far ripartire quel sito produttivo, ha gettato la spugna decidendo di spostarsi in un altro capannone situato nella zona di Civita Castellana dove le fabbriche di articoli in ceramica (sanitari e stoviglierie) pullulano. La polizia locale della Provincia non ha specificato il tipo di materiali – ritenuti dannosi per l'ambiente circostante – che sono stati trovati all'interno della ex fabbrica, fatto sta che è stato deciso di apporre i sigilli ai cancelli che immettono nel piazzale dell'ex stabilimento. "Non sapevo di questo provvedimento – ha commentato il sindaco di Otricoli Antonio Liberati – e mi dispiace che quella fabbrica abbia dovuto subire anche questa onta. La 'Ceramica Ternana', negli anni fiorenti della sua attività, ha rappresentato per Otricoli e per il territorio circostante una risorsa non indifferente, grazie all'elevato numero di persone occupate che sono arrivate a sfiorare anche le 80 unità". Quando la procedura fallimentare avrà subito il suo corso ad Otricoli sperano che quei capannoni e gli spazi circostanti (più di 10.000 metri quadrati di superficie) possano essere acquistati da qualche imprenditore che vi impianti una nuova attività in grado di portare una boccata di ossigeno all'occupazione locale.

17/4/2007 ore 5:40
Torna su