20/11/2019 ore 12:14
Università: firmato a Narni il protocollo d'intesa tra istituzioni, ateneo e diocesi per ampliare gli spazi del multicampus
“Il Protocollo sottoscritto ieri a Narni tra Regione, Provincia, Consorzio Universitario, Comune di Narni, Ateneo e Diocesi di Terni costituisce un importantissimo esempio di sinergia interistituzionale e rappresenta il vero e proprio momento di decollo del Consorzio Universitario come strumento di sviluppo intercomunale”. Lo ha detto il Presidente del Consorzio Universitario e Sindaco di Terni Paolo Raffaelli intervenendo alla cerimonia pubblica della firma a cui hanno partecipato tra gli altri il Magnifico Rettore Prof. Francesco Bistoni, il Presidente della Provincia Andrea Cavicchioli ed il Sindaco di Narni Stefano Bigaroni. Nel suo intervento il Rettore ha sottolineato con particolare forza il valore regionale e nazionale dell’esperienza di decentramento dell’Università di Perugia in provincia di Terni. “L’Ateneo multicampus - ha detto Bistoni – è un collante poderoso per l’intera Regione Umbria, un elemento forte di unione, di sinergia e di progresso; le voci che quà e là ipotizzano un ritirarsi ed un rinchiudersi su Perugia dell’Università scontano un errore gravissimo, perché trascurano il valore di apertura e di consolidamento della ricerca e della didattica che l’Ateneo multicampus ha prodotto. Con l’odierna firma del Protocollo interistituzionale – ha concluso il Rettore – difendiamo e consolidiamo una buona idea di decentramento universitario che ha ormai ben 34 anni di storia coerente e graduale e che merita di essere sostenuta adeguatamente anche dal Ministero dell’Università e della Ricerca, proprio perché è una esperienza buona e non fittizia”. In occasione della conferenza stampa che ha accompagnato la firma del Protocollo, il Presidente del Consorzio Universitario Paolo Raffaelli ha fatto anche il punto sullo stato del confronto con il Ministero dell’Università. “La forte iniziativa messa in campo dal Consorzio, dall’Ateneo, dalla Regione, dalla Provincia e da alcuni parlamentari della maggioranza di governo – ha sostenuto Raffaelli - ha prodotto già i primi importanti risultati, ma c’è dell’altro lavoro ancora da fare; il Ministero dell’Università ha infatti deciso di procedere al consolidamento ed alla completa erogazione delle risorse stanziate con il Patto di Territorio del 4 agosto 2005. Sono state quindi consolidate e rese permanenti le due tranches di finanziamento di 700.000 euro ciascuna erogate alla fine del 2005 e poi alla fine del 2006, in acconto sui 2 milioni di euro previsti dal Patto. Al consolidamento del milione e 400.000 euro di queste 2 prime tranches si aggiungerà una erogazione di 600.000 euro, anch’essi consolidati in permanenza, che saranno resi disponibili nelle prossime settimane. Si tratta quindi del consolidamento complessivo di 2 milioni di euro che costituiscono un fatto positivo ed importante, ma non esaustivo; è ora infatti necessario aprire la nuova fase di aggiornamento del Piano di decentramento universitario, con un altro Protocollo aggiuntivo che è indispensabile per andare oltre il consolidamento dell’esistente e realizzare l’ulteriore fase di sviluppo dell’Ateneo multicampus. Siamo di fronte – ha concluso Raffaelli - ad una partita fondamentale in termini di impegno politico ed istituzionale, perché da essa dipende la possibilità di una ulteriore estensione del progetto “Terni Città Universitaria”, diventato ormai progetto provinciale e di sicura valenza regionale”.
13/4/2007 ore 5:10
Torna su