23/11/2019 ore 02:00
Terni: vigili del fuoco e carabinieri irrompono nell'appartamento di un uomo che viveva nel degrado con i suoi 8 cani e 17 gatti
Da diversi giorni avvertivano un cattivo odore provenire dall’appartamento di quello “strano” vicino di casa. Oltre a questo sentivano distintamente il miagolio lamentoso dei gatti ed i latrati continui dei cani custoditi dall’inquilino all’interno dell’appartamento. Hanno pensato che il padrone di casa (che vive da solo) si fosse sentito male e così deciso di chiamare i carabinieri che sono intervenuti insieme ai vigili del fuoco per poter entrare nell’appartamento. L’insolito fatto è accaduto in una casa al terzo piano di uno stabile in via Fratelli Cervi. Qui carabinieri e pompieri sono intervenuti, dopo essere stati chiamati dagli altri condomini, e servendosi di una autoscala sono penetrati all’interno dell’appartamento, dove oltre al padrone di casa – un uomo di 39 anni -, che è parso in buone condizioni di salute, hanno trovato ben 17 gatti ed 8 cani. Uno dei mici era morto da qualche giorno e forse era per questa ragione che si era sparso nell’aria il fetore avvertito dai condomini, tutti gli altri animali sono apparsi denutriti e nell’appartamento regnava un forte degrado. I carabinieri hanno inviato una rapporto alla Magistratura sulla vicenda ed hanno anche provveduto ad informare l’Ente nazionale protezione animali, mentre la carcassa del gatto morto è stata prelevata dagli operatori del servizio veterinario della Asl 4.
29/3/2007 ore 15:55
Torna su