17/02/2020 ore 17:31
Avigliano Umbro: domenica 11 febbraio al teatro comunale uno spettacolo per ricordare il poeta Sandro Penna
Domenica 11 febbraio, alle ore 21 presso il Teatro comunale di Avigliano Umbro, si terrà lo spettacolo - curato da Beppe Chierici - dal titolo “Li ho amati anch’io questi versi”. Con questa iniziativa la comunità aviglianese intende commemorare il centenario della nascita di Sandro Penna, uno dei più grandi poeti italiani del XX° secolo, il quale vanta una ricca parentela di primo grado nella cittadina che gli rende omaggio. Lo spettacolo si articola in una lettura poetico-musicale sull’opera del poeta perugino, basata sulle voci di Oliviero Piacenti e Beppe Chierici - che leggeranno un florilegio di poemi scelti - accompagnata dalle musiche originali del compositore e strumentista Francesco Contili e dal documentario “Fiume in Penna” del video-artista ternano Paolo Liberati. Non mancherà una breve introduzione sulla figura di Sandro Penna, da parte del professor Zefferino Cerquaglia, Assessore alla Cultura del Comune di Avigliano Umbro.
Anche l'associazione Cclturale EuroSperimentalFilm e il gruppo teatrale Sperimental Theater in collaborazione con il Comune di Avigliano Umbro Assessorato alla cultura e al turismo organizzano, nell'ambito di Avigliano Inverno 2006-2007, una serata dedicata a Sandro Penna, domenica 11 febbraio al Teatro Comunale di Avigliano Umbro. Il motivo di questa scelta non è casuale perchè Sandro Penna ha frequentato negli anni giovanili venendo a trovare I suoi cugini, i "Piacenti", una delle famiglie più numerose del paese.Tra i più stretti: Ferrero Piacenti scrittore e poeta, Arnaldo Piacenti pittore e scrittore anche di opere teatrali premiate a livello nazionale. Il Penna durante una delle sue visite, scrisse anche una prosa su Avigliano che domenica 11 febbraio verrà letta. L'idea è venuta ad un altro parente del Penna che tutt'oggi anima la vita culturale di Avigliano Umbro, Oliviero Piacenti fotografo, attore, regista e drammaturgo che coinvolgendo il suo gruppo teatrale lo Sperimental Theater, in stretta collaborazione con un grande del teatro italiano e francese Beppe Chierici che cura la parte teatrale della serata, daranno vita ad una lettura poetico musicale dei versi del poeta accompagnati dalla musica originale al pianoforte e al clarinetto, composta per l'occasione, dal M° Francesco Contili, anch'egli aviglianese, allievo tra gli altri del M° Ennio Moricone. Dopo una introduzione di Zefferino Cerquaglia su "Sandro Penna ad Avigliano Umbro" e la lettura poetico musicale verrà proiettato il documentario dell'artista ternano Paolo Liberati dal titolo "Un fiume in Penna".
Sandro Penna nacque nel 1906 a Perugia, dove trascorse la giovinezza compiendo studi irregolari. Frequentò Avigliano Umbro per trovare i suoi cugini. Nel 1929 si trasferì a Roma, città nella quale visse sino alla morte (salvo una breve parentesi milanese), esercitando i più disparati mestieri. Dopo il ’70, nel frattempo, intorno al personaggio Penna, al vecchio poeta malato e vagabondo, alle sue difficili condizioni di vita, si rivolgeva l'interesse di molti intellettuali italiani, i quali, in un appello sul quotidiano romano Paese Sera, esprimevano l’urgente necessità di occuparsi di lui, ormai “ammalato e in condizioni di estrema indigenza”. Morì nel 1976. La poesia di Penna - ha osservato Pasolini - è costituita da “un delicatissimo materiale fatto di luoghi cittadini, con asfalto ed erba, intonaci di case povere, interni con modesti mobili, corpi di ragazzi coi loro casti vestiti, occhi ardenti di purezza innocente”.
9/2/2007 ore 12:25
Torna su