13/07/2020 ore 23:11
Terni: nigeriano tenta di forzare la porta di un'abitazione, il proprietario lo vede e lui fugge. I carabinieri lo rintracciano e lo arrestano
Tenta di scardinare la porta di ingresso di una villetta, pensando che in casa non ci fosse nessuno, ma il padrone di casa si accorge di tutto e chiama i carabinieri che riescono ad arrestare il malfattore. E' accaduto nel pomeriggio di sabato quando i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Terni hanno tratto in arresto, per tentato furto aggravato, un cittadino nigeriano di 32 anni, operaio, residente a Foligno ed in regola con il permesso di soggiorno e senza precedenti penali. L’uomo, dopo aver suonato il campanello di una villetta indipendente in via Casagrande (nella zona di Ponte Le Cave), per accertarsi se all'interno vi fossero o meno delle persone, scavalcava la recinzione alta due metri, e si introduceva furtivamente nel giardino. Il proprietario, un ternano di 42 anni, artigiano, non aveva risposto al citofono poiché era disteso sul divano, intento a guardare una competizione sportiva alla televisione. L'uomo, però, sentendo armeggiare alla porta finestra del soggiorno, si è insospettito, così si è alzato e si è diretto verso la finestra e da qui notava l'uomo di colore che stava tentando di forzare la maniglia. Il padrone di casa chiedeva allo sconosciuto cosa stesse facendo e questi, vistosi scoperto, si dava immediatamente alla fuga scavalcando di nuovo il recinto con agilità. Il proprietario dell'appartamento chiamava il 112 ed ai carabinieri che arrivavano prontamente sul posto forniva una dettagliata descrizione del ladro. Una pattuglia dell’aliquota Radiomobile iniziava la ricerca del malfattore che veniva visto entrare all’interno del supermercato GS di via Bramante dove veniva catturato. Successivamente l'extracomunitario veniva ristretto nel Carcere di Sabbione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
5/2/2007 ore 5:19
Torna su