25/01/2020 ore 15:53
Terni: il sindaco Paolo Raffaelli esalta i risultati ottenuti negli ultimi tempi dall'ospedale "S.Maria" e parla del futuro del nosocomio
"Ottimo stato di salute e crescente competitività". Con queste parole Paolo Raffaelli, il sindaco di Terni, ha sottolineato le impressioni ricavate al termine della conferenza stampa che si è svolta ieri mattina in ospedale, alla presenza dei vertici del “S. Maria” e dell’Assessore regionale alla Sanità Maurizio Rosi, sui risultati e le prospettive del nosocomio. “I dati messi a disposizione della città dal management dell’Azienda Ospedaliera “S. Maria” - ha detto Raffaelli - testimoniano dell’ottimo stato di salute, della crescente competitività e della qualità complessiva del nostro nosocomio. La forte crescita delle attività specialistiche, l’incremento dei trattamenti in day hospital che permettono di contenere lunghi, costosi e disagevoli periodi di ricovero, la forte capacità attrattiva in crescita rispetto al resto della regione ed anche extraregionale, stanno a dimostrare il ruolo chiave che l’Azienda ospedaliera ha ripreso a svolgere nel contesto della sanità pubblica in Umbria. E’ il segno che regge e si consolida una struttura complessa fatta di integrazione tra Ospedale di alta specializzazione, Ospedale di comunità ed Ospedale universitario, di ricerca ed alta formazione. Ora - ha aggiunto il sindaco - bisogna fare un ulteriore salto di qualità sul versante degli investimenti e della valorizzazione delle risorse umane, che sono la grande forza del “S. Maria” In questo contesto di sviluppo ulteriore, il cardine è costituito dal Polo oncologico a valenza regionale che va prendendo forma e che deve essere sempre più capace di integrare i servizi specialistici e di comunità, medici e chirurgici, dell’Ospedale e dell’Azienda territoriale. E’ questa la sfida che ha di fronte la nostra Azienda ospedaliera che, vincendola, può consolidarsi ulteriormente ed affermarsi come uno dei punti di eccellenza del sistema sanitario pubblico del Centro Italia. Un ruolo tanto più importante da svolgere, nell’interesse di tutti i cittadini, in una fase in cui si assiste ad una evidente battuta di arresto, per ovvie ragioni, degli immensi policlinici metropolitani ed assumono più forza e più capacità attrattiva i medio Ospedali di alta qualità come quello di Terni”.
2/2/2007 ore 5:23
Torna su