20/01/2020 ore 14:04
Terni: rivoluzione informatica in Comune, dall'inizio dell'anno tutti gli atti di gestione e le determine sono stati digitalizzati
Gli atti di gestione dell’amministrazione comunale di Terni, le determine, dall’inizio dell’anno sono digitalizzate. Una rivoluzione informatica che riguarderà 4 mila 500 atti e che aumenterà il livello di trasparenza, rendendo in prospettiva fruibili e visibili ai cittadini attraverso il sito documenti che, finora, hanno avuto una scarsa divulgazione. Le determine sono gli atti amministrativi con i quali i dirigenti comunali attuano il piano esecutivo di gestione. Finora erano annotate in appositi registri e solo in parte pubblicate all’albo pretorio. Con la digitalizzazione dell’atto, un processo ideato e realizzato da un gruppo coordinato dalla direzione Affari Generali, che può essere gestito dai dirigenti solo attraverso programmi informatici, nelle prossime settimane, le determine saranno consultabili on line nell’intranet e nei prossimi mesi nel sito internet del Comune. L’abolizione del cartaceo porterà vantaggi sensibili anche alla gestione del comune. Saranno evitati circa 50 mila fogli cartacei all’anno, con un risparmio di costi sui materiali e sulle modalità operative nella fase di archiviazione. Il materiale cartaceo, infatti, per essere adeguatamente conservato, richiede spazi adeguati e appositamente attrezzati. L’aspetto più significativo riguarda tuttavia la riduzione di costi e tempi di gestione dell’iter: con buona approssimazione si calcola che ogni determina su carta sconta tempi morti di spostamento del cartaceo e di attesa mediamente di circa 10 giorni lavorativi (pari a due settimane) con una riduzione complessiva pari a circa 45.000/giorni/lavoro in base annua. Rispetto all’iter su carta, che prevede almeno 30 interventi/uomo/determina per gli spostamenti si eliminano 135.000 interventi/uomo complessivi l’anno. Le determine digitalizzate saranno conservate e archiviate in maniera informatica col sistema della fascicolazione elettronica. Tale sistema nel 2006 ha già portato alla realizzazione di circa sei mila fascicoli elettronici, ossia di fascicoli rintracciabili e consultabili in linea per quel che riguarda i dati di registrazione dei documenti e, in parte rilevante, dei loro contenuti, con buona pace degli spossanti (per utenti interni e cittadini) via vai da e per l’archivio di deposito di metri cubi di documenti su carta. Questo traguardo nell’ammodernamento delle procedure e della gestione è una ulteriore tappa del percorso avviato nel 2004 con il protocollo informatico: il sistema di registrazione, assegnazione e rintracciabilità in linea di tutta la corrispondenza di Palazzo Spada (e di tutte le sedi periferiche) in entrata e in uscita.



1/2/2007 ore 5:44
Torna su