12/11/2019 ore 02:32
Melasecche (Udc) propone la costituzione di una legge regionale che tuteli le mura storiche dell'Umbria, partendo dai crolli di Amelia e Narni
Una proposta di legge a difesa delle mura storiche delle città dell’Umbria è stata presentata dal consigliere regionale dell’Udc Enrico Melasecche.L’esponente di opposizione è partito dal caso di Amelia dove un anno fa si verificò il crollo di un significativo tratto della cinta ciclopica del paese, raccogliendo notizie che provengono da altri Comuni come Narni, con la ricorrente caduta di pietre dalle mura di Porta Ternana. “Tali eventi – scrive nell’atto Melasecche - impongono alla Regione Umbria una immediata ricognizione di tutte le situazioni più a rischio nelle distinte realtà del territorio, anche alla luce del fatto che i municipi non hanno quasi mai la possibilità di affrontare i pesantissimi costi necessari per la salvaguardia delle loro vestigia e delle loro attrattive”. “A proposito del disastroso cedimento delle mura ciclopiche amerine – continua Melasecche – non sono ancora chiare le cause, di qui l’esigenza di fare piena luce. Né tanto meno sono sufficienti le scarse provvidenze stanziate dal Governo e dalla stessa Regione. E’ invece necessario attivare una vera e propria task force che, valendosi delle migliori intelligenze del Paese e grazie anche all’ausilio finanziario del
ministero dei Beni Culturali, possa aiutarci a conservare nel tempo le
splendide testimonianze che fanno del patrimonio ambientale, architettonico e artistico un unicum, che rende ricche e peculiari le nostre comunità pure a livello socio-economico”. “La proposta di legge, che è già all’esame della terza commissione, – conclude il consigliere regionale dell’Udc – è frutto di un fecondo confronto con alcuni rappresentanti del territorio tra i quali il
consigliere comunale di Amelia, Giancarlo Guerrini, e il consigliere provinciale di Terni, Alfredo Santi, e oltre a prevedere un contributo straordinario per il recupero delle mura di Amelia, stabilisce un iter snello e veloce per l’accesso ai contributi, la messa in sicurezza, il consolidamento e la valorizzazione delle mura storiche delle città umbre”.
1/2/2007 ore 15:19
Torna su