18/11/2019 ore 01:30
Terni: tentata rapina all'ufficio postale di Campomicciolo, la cassaforte a tempo costringe il malvivente a rinunciare al colpo
Un rapinatore bizzarro. E forse male informato. Pensava di fare un colpo che gli potesse fruttare un bel po’ di quattrini, invece ha dovuto fare i conti con una cassaforte a tempo, una di quelle che si aprono solo in determinati orari della giornata e delle quali i dipendenti di banche ed uffici postali non posseggono per niente le chiavi. Uno stratagemma inventato proprio per contrastare il dilagare delle rapine e che stavolta si è rivelato efficace. La tentata rapina ha avuto luogo questa mattina all’ufficio postale di Campomicciolo. Erano circa le 9 quando un uomo, con il volto parzialmente coperto e con in mano una pistola, forse giocattolo, è entrato nell’ufficio dove si trovavano due impiegati ed un cliente. L’uomo ha puntato l’arma contro i due dipendenti delle Poste chiedendo loro di aprire la cassaforte e di consegnargli tutto il denaro ivi contenuto. Grande è stata la sorpresa dello sprovveduto rapinatore quando si è sentito rispondere che era impossibile aprire la cassaforte in quanto il caveax dell’ufficio era collegato ad un dispositivo che ne permette l’apertura solo in determinati orari. Il malvivente, probabilmente smoccolando tra se, ha dunque alzato i tacchi e se ne è andato, facendo perdere immediatamente le proprie tracce. I dipendenti dell’ufficio postale hanno dato l’allarme e sul posto si sono portati agenti della Squadra Mobile della Questura di Terni che iniziavano le indagini. Del malvivente, però, nessuna traccia.
26/1/2007 ore 18:45
Torna su