22/11/2019 ore 23:25
La Regione dell'Umbria istituisce l'anagrafe degli studenti per contrastare la dispersione scolastica
Lotta all’insuccesso ed alla dispersione scolastica e migliore integrazione tra istruzione e formazione per l’inserimento sociale e professionale dei giovani. E’ il principale obiettivo della "anagrafe regionale degli studenti" che – ha annunciato l’assessore regionale all’istruzione Maria Prodi – nascerà presto in Umbria grazie alla sottoscrizione di un apposito protocollo d’intesa tra i diversi soggetti interessati (Regione Umbria, Ufficio Scolastico Regionale, Province di Perugia e Terni ed Agenzia Umbria Lavoro). Nell’anagrafe – ha aggiunto Prodi – confluiranno i dati sui percorsi scolastici, formativi ed in apprendistato dei singoli studenti, a partire dal primo anno della scuola primaria fino ai 18 anni d’età. Il sistema informatizzato, per la cui attivazione la Giunta regionale ha già previsto un primo finanziamento di circa 115.000 euro a valere sulle risorse messe a disposizione dal Ministero del lavoro, consentirà di mettere in rete le informazioni sugli alunni provenienti da istituzioni scolastiche, Centri di formazione professionale ed Agenzie formative che operano in Umbria. Si tratta di uno strumento fondamentale per avere il quadro della situazione complessiva e di ciascun studente, da un punto di vista scolastico e formativo. Sarà tra l’altro possibile – ha concluso Prodi - rilevare la dispersione scolastica e quindi intervenire tempestivamente per favorire il reinserimento in percorsi formativi, con la presa in carico per un accompagnamento al lavoro. L’Anagrafe regionale andrà tra l’altro ad integrarsi con il sistema informativo già esistente al Ministero della Pubblica Istruzione, i cui dati potranno essere utilizzati, oltre non solo a fini puramente gestionali, come ad esempio per la formazione delle classi e degli organici, ma anche ai fini della programmazione scolastica.
30/1/2007 ore 11:30
Torna su