30/03/2020 ore 12:29
Terni: in via Martin Luther King spunta un ripetitore nascosto in un lampione, protesta il presidente della Circoscrizione Ferriera Paolo Quintiliani
Proteste per l'ennesimo ripetitore telefonico montato in città. E' il presidente della circoscrizione Ferriera, Paolo Quintiliani, a denunciare l'installazione di un nuovo impianto lungo il viale che va dalla zona di Città Giardino fino alla rotonda di via Gramsci. "All’incrocio tra via Martin Luther King e viale Trieste - spiega Quintiliani - da alcuni giorni è spuntato un tipo di fungo non commestibile e di dimensioni eccezionali. Infatti, non appena approvato dal Consiglio Comunale il nuovo piano per la telefonia, in quell’area della circoscrizione Ferriera, sono iniziati i lavori per l’installazione di un nuovo impianto per la telefonia mobile Umts. E’ così sorto dal nulla, nel giro di qualche giorno, un palo di una ventina di metri con alla sommità le apparecchiature per l’irradiazione del segnale telefonico, si badi bene, camuffato da lampione per l’illuminazione. Purtroppo, nonostante il nostro consiglio circoscrizionale abbia respinto a grandissima maggioranza l’ipotesi di nuove installazioni di apparati per la telefonia mobile e l’implementazione di quelli già esistenti sul nostro territorio, ancora una volta i cittadini di questa zona devono trovarsi a fare i conti con qualcosa la cui pericolosità non è ancora ben accertata. Inoltre, cosa che ci lascia alquanto perplessi ma ci convince ulteriormente della bontà delle nostre posizioni, nel raggio di un centinaio di metri dal punto in cui è stato innalzato l’ecomostro sorgono almeno ben tre o quattro siti definiti sensibili: l’istituto per Geometri, quello per Ragionieri, la scuola Elementare “Donatelli” e addirittura l’Ospedale Civile Santa Maria. Qualcuno potrà giustificarsi dicendo che il ripetitore mascherato da lampione aumenta la sicurezza notturna in via Martin Luther King, ma al riguardo le richieste da noi più volte sollecitate per evitare gli incidenti stradali ormai quotidiani (ne sono accaduti quattro abbastanza gravi solo nel periodo natalizio) erano di tutt’altra fattura".



2/2/2007 ore 11:32
Torna su