19/02/2020 ore 17:55
Ferentillo: giovane si perde nei boschi di Colle Olivo, chiama il 1515 e viene salvato dal personale del Corpo Forestale dello Stato
Era andato a fare una escursione sulle montagne nei dintorni di Ferentillo, ma si è perso ed ha chiamato i soccorsi con il telefonino. La brutta avventura è occorsa ieri ad un giovane di Ferentillo (F.L.) il quale nella tarda mattinata aveva deciso di avventurarsi nella zona di Colle Olivo, in una zona impervia, priva di sentieri. Ad un certo punto il ragazzo ha capito di avere smarrito la strada e di essere in seria difficoltà, non riuscendo ad andare né avanti né indietro e temendo per la sua incolumità. Il giovane ha pensato così di chiedere soccorso, attraverso il telefono cellulare che per fortuna aveva con sé, chimando il 1515, il numero verde del Corpo Forestale dello Stato, attivo 24 ore su 24. La chiamata è stata ricevuta dalla Centrale Operativa di Perugia che ha prontamente avvertito il Comando Stazione di Ferentillo. L’Ispettore Simoni ha per prima cosa contattato il ragazzo, tranquillizzandolo e dicendogli di non muoversi; dopo di che tutto il personale della stazione ferentillese si è subito recato sul posto, inerpicandosi a piedi tra la fitta vegetazione e raggiungendo in breve in breve tempo il ragazzo che è stato raggiunto in una zona molto scoscesa, caratterizzata da un pendio molto forte e su un terreno estremamente scivoloso. Nelle operazioni di soccorso il personale del Cfs veniva aiutato da Moreno Scorsolini, un abitante del posto. L’avventura si è dunque conclusa positivamente, solo con un grande spavento per il protagonista ma dal Cfs si raccomanda di prestare molta attenzione quando si decide di fare delle escursioni in montagna. Molti incidenti che si verificano sono infatti legati alla inesperienza e alla leggerezza con cui si affrontano percorsi che, come in questo caso, non sono nemmeno individuati in un sentiero segnato o in una traccia facilmente riconoscibile. Il Corpo Forestale dello Stato in questi casi può facilmente sfruttare la propria conoscenza del territorio, messa alla prova dall’attività di controllo svolta quotidianamente e capillarmente anche nelle zone più impervie e meno frequentate.
17/1/2007 ore 5:15
Torna su