24/02/2020 ore 03:05
Terni: forse una delusione d'amore alla base della decisione della giovane che sabato mattina si è tolta la vita gettandosi dall'ultimo piano
La ragazza che ieri mattina si è buttata dal tredicesimo piano di una delle torri di via Turati, all'incrocio con viale Trento, avrebbe lasciato una lettera sul terrazzo condominiale dal quale si è gettata nel vuoto. La lettera sarebbe stata ritrovata accanto allo zainetto che conteneva i libri di scuola ed al giubbino che la giovane si è sfilata prima di mettere in atto il tragico proposito. Sembra che nella lettera la studentessa abbia fatto riferimento ad una situazione sentimentale che l'avrebbe vista suo malgrado in difficoltà. La giovane pare fosse fidanzata con un ragazzo poco più giovane di lei, che fa il calciatore e che proprio ieri sarebbe dovuto partire da Terni alla volta di Milano dove avrebbe dovuto svolgere un provino con il Milan. Potrebbe esssere stata questa la molla che ha gettato nella disperazione la povera ragazza che ha affidato alla morte il suo dolore. La giovane era la primogenita di tre figli: gli altri hanno 11 e 10 anni e ieri mattina, quando il padre ha appreso dai professori che la ragazza non si era recata a scuola e quindi ha deciso di andare dai carabinieri, erano in casa con la mamma. E' stato spiegato anche il perchè la ragazza per togliersi la vita abbia raggiunto una delle torri di via Turati in una zona molto lontana dall'istituto Magistrale che lei frequentava. Sembra infatti che la giovane in passato fosse solita frequentare la zona di via Turati per prendere delle lezioni scolastiche private e probabilmente era rimasta attratta da quelle lunghissime torri che si stagliano alte verso il cielo. E' salita fino all'ultimo piano e poi ha raggiunto il terrazzo condominiale e qui ha messo in atto il suo gesto disperato che ha lasciato nel dolore la sua famiglia, i suoi compagni di classe, gli amici e una città intera che da ieri si interroga sul perchè debbano accadere disgrazie così grandi ed inspiegabili.
(Nella foto i carabinieri che sono intervenuti sul luogo della tragedia e sullo sfondo il lenzuolo bianco che copre il cadavere della povera ragazza)
14/1/2007 ore 5:23
Torna su