21/02/2020 ore 06:59
Moricone di Narni: ancora un infortunio sul lavoro, morto un anziano colpito alla testa dalla motopala condotta dal figlio
Tragedia nelle campagne narnesi. Un uomo di 81 anni residente a Moricone, ha perso la vita dopo essere stato colpito alla testa dalla motopala condotta dal figlio. Il grave incidente è accaduto ieri pomeriggio intorno alle 14 nei pressi dell’abitazione della vittima, in strada Calvese a Moricone. L’uomo, Giovanni Scriboni, pare stesse osservando il figlio Michele di 36 anni che era intento ad effettuare dei lavori con il mezzo meccanico di proprietà del padre quando, per cause che sono in corso di accertamento da parte dei carabinieri di Narni, è stato colpito alla testa dalla motopala. L'uomo potrebbe essere scivolato e per una disgraziata circostanza potrebbe aver battuto il capo contro il mezzo in movimento. L’anziano è morto sul colpo e dunque si è rivelato inutile l’intervento dell’ambulanza del 118 giunta pochi minuti dopo sul luogo dell’incidente. Sul posto si sono portati anche i carabinieri ed il medico legale che ha stabilito il decesso del poveretto. Il magistrato di turno, Barbara Mazzullo, ha dato successivamente il nulla osta per la rimozione della salma. La notizia della tragedia si è immediatamente sparsa a Moricone e nella vicina Schifanoia dove la famiglia di Giovanni Scriboni è conosciuta da tutti. Il povero Giovanni, che da giovane aveva lavorato per tanti anni come gruista ed operatore di mezzi tecnici, aveva perso un anno fa la moglie Anna, stroncata da un ictus e stava pian piano facendosi una ragione di questo lutto, aiutato anche dall’affetto dei suoi tre figli e dei nipoti. Il maggiore dei figli viveva con lui nel piano superiore della casa di strada Calvese, il secondo abita a poca distanza nella borgata di Santianni e l’altro, Michele il più piccolo dei tre, vive a Otricoli dove è sposato con Maria Teresa Lanari, ex vice sindaco del paese. Michele fa il rappresentante per conto di una ditta che produce climatizzatori e ieri era andato a casa del padre per fare dei lavori. Nessuno avrebbe potuto immaginare il brutto destino che attendeva padre e figlio.
5/1/2007 ore 5:18
Torna su